Evoluzione storica del modello atomico

  • 460

    DEMOCRITO E IL PRIMO MODELLO ATOMICO

    DEMOCRITO E IL PRIMO MODELLO ATOMICO
    Democrito, attorno al 460 A.C. sviluppa la prima teoria atomica legata alla speculazione filosofica. La sua dottrina è molto semplice:
    gli atomi sono costituiti da pezzettini piccolissimi di materia, durissimi, che differiscono per forma e grandezza ed inoltre indivisibili. Atomo in greco infatti significa " indivisibile"
  • Lavoisier

    Lavoisier
    Lavoisier formula una legge che segnerà l'evoluzione della chimica e delle torie atomiche: la legge della conservazione della massa. Quest'ultima dice che in una reazione chimica la somma delle masse dei reagenti deve essere uguale alla somma delle masse dei prodotti"
  • LA TEORIA ATOMICA DI DALTON

    LA TEORIA ATOMICA DI DALTON
    Dalton cercò di descrivere l'atomo basandosi sulle leggi fondamentali della chimica formulate da lavoisier, proust e lui stesso.
    Questa teoria è strutturata in cinque punti fondamentali in accordo con le leggi sopra menzionate:
    Nel link i 5 punti
  • IL MODELLO A PANETTONE

    IL MODELLO A PANETTONE
    Dopo aver scoperto nel 1897 l'elettrone, jj thomson propose un modello atomico riprendendo una vecchia idea di lord kelvin.
    Secondo questo modello le caiche positive e negative sono distribuite all'interno dell'atomo in modo casuale come canditi in un panettone.
    Questo modello tutta via non ha retto le prove sperimentali condotte dai colleghi che lo succedono
  • RUTERFORD

    RUTERFORD
    Ruterford sbugiarda la teoria di thomson introducendo nuovo modello basato sulla concentrazione delle cariche positive nel nucleo atomico mentre gli elettroni orbitano attorno al nucleo
  • MODELLO ATOMICO DI BOHR

    MODELLO ATOMICO DI BOHR
    Lavora affianco di rutherford e amplia il suo modello introducendo livelli di energia corispondentiad orbite su cui giacciono gli elettroni dell'atomo. E' la piu famosa applicazione della quantitazione dell'energia