Dalla Nascita della monarchia Romana alla fine della Repubblica

  • 900 BCE

    Primi insediamenti sul colle Palatino

    Primi insediamenti sul colle Palatino
    Roma fu il frutto di una lunga evoluzione , nel corso della quale un insediamento presente fin dall’età del bronzo si trasformò in una vera città. Si stanziarono i Latini che eressero capanne sul colle Palatino . intorno al 900 a.C. gli abitanti dei villaggi cominciarono a lavorare il ferro e a sviluppare l’artigianato e i commerci . Ciò comportò lo sviluppo dei villaggi , come Alba Longa .
  • 753 BCE

    Nascita di Roma (Mito)

    Nascita di Roma (Mito)
    Roma fu fondata da Romolo. Rea Silvia, figlia di Numitore, re di Alba Longa spodestato da Amulio, si sarebbe unita con il dio Marte e avrebbe dato alla luce due gemelli, Romolo e Remo. Amulio, temendo che lo avrebbero spodestato dal trono, ordinò alle sue guardie di abbandonare i due gemelli sulle sponde del Tevere. I gemelli sopravvissero ad una lupa, e allevati da un pastore di nome Faustolo. aiutarono Numitore a tornare sul trono uccidendo Amulio. Fondarono Roma e Romolo divenne re.
  • 752 BCE

    Il Settimonzio

    Il Settimonzio
    Gli abitanti di Roma iniziarono la prima rudimentale cinta difensiva , per difendersi dagli etruschi . Fu poi fondata una lega difensiva , il Settimonzio .
  • 752 BCE

    Il Ratto delle Sabine

    Il Ratto delle Sabine
    Romolo istituì un Asylum , dove accolse tutti gli esuli di altre città . poiché i suoi uomini erano in cerca di moglie , il re tese un tranello ai Sabini . Li invitò ad una festa i quali Sabini si recarono conducendo mogli e figlie. I romani rapirono le donne Sabine e le costrinsero a sposarli . Scoppiò una guerra che terminò con l’intervento delle sabine , soddisfatte dei loro matrimoni , indussero la pacificazione e a stringere un’alleanza .
  • 509 BCE

    Nascita della Repubblica

    Nascita della Repubblica
    Dopo che Sesto Tarquinio (figlio dell'ultimo re di Roma) violentò Lucrezia , denunciò tutto al padre ed al marito . Travolta dal disonore si suicidò trafiggendosi con un pugnale alla loro presenza . Lucio Giunio Bruto ,giurò allora che avrebbe cacciato Tarquinio e che Roma non sarebbe più stata governata da un re . Quando il popolo venne a conoscenza dell’accaduto , la sorte dei re fu segnata : gli Etruschi vennero cacciati e il comando della città venne assegnati a Bruto e Collatino .
  • 504 BCE

    La Guerra con gli Etruschi

    La Guerra con gli Etruschi
    Dopo che I Tarquini vennero cacciati da Roma , scoppio una guerra fra il Re di Chiusi "Porsenna" e Roma . Inizialmente gli Etruschi ebbero la meglio , ma nel 504 a.C.ad Ariccia , Porsenna venne sconfitto e Roma riacquisì la propria libertà . In questa guerra ci sono alcuni personaggi eroici , come Orazio Coclite , Muzio Scevola e Clelia
  • 496 BCE

    Battaglia del lago Regillo

    Battaglia del lago Regillo
    I latini crearono una lega antiromana e dichiararono guerra a Roma. secondo la leggenda lo scontro culminò nella battaglia del lago Regillo , nella quale i romani vennero soccorsi dai Dioscuri , Castore e Polluce (figli di Zeus) , che seminarono terrore nei Latini . In realtà non ci furono nè vinti nè vincitori e venne stipulato un patto difensivo di alleanza , detto "foedus cassianum"
  • 494 BCE

    Secessione dell'Aventino

    Secessione dell'Aventino
    Per il fatto di non appartenere alle gentes,i plebei erano esclusi dalla vita politica.La forma di lotta più efficace fu la secessione,cioè un distacco dalla collettività che consisteva nel rifiuto di combattere una guerra.Nel 494 a.C. la plebe mise in atto una secessione,ritirandosi sull'Aventino,rifiutandosi di lavorare e di addestrarsi nell’esercito.Ciò venne superato grazie a Menenio Agrippa,un plebeo che riuscì a diventare console.Disse che ci doveva essere una collaborazione fra classi
  • 494 BCE

    Istituzione Tribuni della Plebe

    Istituzione Tribuni della Plebe
    Dopo la secessione , i plebei ottennero la creazione dei Tribuni della plebe , due nuovi magistrati che possedevano il diritto di veto , cioè la prerogativa di bloccare decisioni prese dai consoli che venivano ritenute contrarie al popolo. Gradualmente la repubblica si trasformò in un regime oligarchico , in cui il potere era detenuto ai patrizi e dai plebei più ricchi .
  • Period: 490 BCE to 430 BCE

    Guerra tra Romani e Latini / Volsci e Sabini

    i Latini vennero minacciati da un'invasione di Equi e Volsci, . Diverse comunità latine che abitavano ai margini della Lega furono invase, e le fonti antiche registrano che si lottò contro sia gli Equi che i Volsci, o addirittura contro entrambi quasi ogni anno durante la prima metà V secolo. Questa guerra sarebbe stata caratterizzata da incursioni e attacchi a sorpresa piuttosto che dalle battaglie descritte dalle fonti antiche.
  • Period: 477 BCE to 396 BCE

    La guerra contro Veio

    Una tappa importante per Roma fu la conquista di Veio , un importante città etrusca , che aspirava a impadronirsi di 2 zone strategiche , I depositi di sale alle foci del Tevere e il Guado nei pressi di Fidene . I contrasti incominciarono nel 477 a.C. , ma il primo scontro fu disastroso per i romani . nel 426 a.C. i romani si impadronirono di Fidene e nel 396 a.C. , guidati dal dittatore Marco Furio Camillo , assediarono la città di Veio . L’assedio durò 10 anni e Veio venne distrutta.
  • 451 BCE

    Istituzione dei Decemviri

    Istituzione dei Decemviri
    I decemviri ( una magistratura straordinaria composta di 10 membri , con l’incarico di preparare una bozza di riforma del sistema politico) esposero nel Foro 12 tavole di bronzo contenenti leggi. Le 12 tavole regolavano diversi aspetti della vita politica e privata dei romani : Le prime limitazioni alla potestà paterna ; in materia ereditaria stabilirono a quali parenti l’eredita dovesse essere devoluta ; una tavola era dedicata al diritto penale; e una sulle condizioni igieniche della città
  • 445 BCE

    Legge Canulea

    Legge Canulea
    Nel 445 a.C. , i tribuno Caio Canuleio ottenne la revoca della proibizione del matrimonio tra patrizi e plebei (legge Canulea) , quindi si creò una società mista e permise ai plebei di entrare a far parte delle gentes .
  • Period: 400 BCE to 300 BCE

    Le centurie

    Dopo la nascita della repubblica, i cittadini romani vennero suddivisi in base al censo in 5 classi . Ogni classe era composta di gruppi di 100 maschi adulti , detti centurie . Coloro che non possedevano venivano detti Proletari .Questa divisione in classi costituiva non solo il riferimento per la partecipazione alla vita politica , ma anche per la formazione dell’esercito . Su un totale di 193 centurie , i patrizi fornivano 100 centurie, mentre le altre classi 93.
  • 390 BCE

    Il Sacco di Roma

    Il Sacco di Roma
    L'esercito romano fu sconfitto dai Galli Senoni , comandati da Brenno. La città fu messa a ferro e fuoco. I Romani si asserragliarono sul Campidoglio, resistendo strenuamente agli assalti dei Galli. Intanto da Veio, luogo di raccolta dei Romani sbandati, partì un'ambasciata verso Roma per avere l'autorizzazione alla nomina di dittatore . i Galli dopo aver preteso un ingente riscatto in oro , lasciarono la città .
  • 367 BCE

    Leggi Licinie Sestie

    Leggi Licinie Sestie
    2 tribuni nel 367 a.C. emanarono le leggi Licinie Sestie , che ponevano l’eleggere un console plebeo ogni anno e di distribuire le terre conquistate dall’esercito romano ai plebei .
  • 343 BCE

    Prima Guerra Sannitica

    Prima Guerra Sannitica
    Già nel V secolo vi furono avvisaglie di guerriglie tra Sanniti e Romani. Ne seguì un confronto che nel 354 a.C. portò a un patto di amicizia. Ma, dopo appena 11 anni, il patto fu rotto allorquando i Sanniti occuparono Capua, fertile zona agricola, e i suoi abitanti chiesero aiuto a Roma. Iniziò la prima guerra sannitica che terminò nel 341 a.C. con la rinuncia della Campania da parte dei Sanniti.
  • 340 BCE

    Scioglimento lega Latina

    Scioglimento lega Latina
    Dopo la conquista di Veio, i componenti della Lega Latina dapprima considerarono sciolto il Foedus Cassianum, poiché iniziarono a temere a causa dell'eccessiva potenza romana, e in seguito, sconfitti da Roma, furono reintegrati in essa, ma con la piena supremazia della città vincitrice. La Lega Latina fu sciolta da Roma al termine della Guerra latina
  • 326 BCE

    Legge Papiria

    Legge Papiria
    Nel 326 a.C. la legge Papiria sancì l’abolizione definitiva della schiavitù per debiti .
  • Period: 326 BCE to 304 BCE

    Seconda guerra Sannitica

    Nel 326 a.C. i Romani mirano a sbarrare l’espansione dei Sanniti verso la costa campana; terminò il 321 a.C. con l'umiliante sconfitta dei Romani a Caudio;i Romani furono risparmiati ma dovettero sottostare al giogo delle lance dei Sanniti;di fronte all’atteggiamento dei Sanniti propensi a trovare un accordo con Roma,questa utilizzò il periodo per riorganizzarsi, per fare alleanze con popoli , per accerchiare i Sanniti, i quali nel 304 a.C. ottennero la pace perdendo parte del proprio territorio
  • 321 BCE

    Sconfitta delle Forche Caudine

    Sconfitta delle Forche Caudine
    La battaglia delle Forche Caudine fu un infausto evento della II guerra sannitica, in cui i Sanniti di Gaio Ponzio sconfissero i Romani con ignominia, avendoli costretti a passare sotto i famosi gioghi
  • 300 BCE

    Legge Ogulnia

    Legge Ogulnia
    Nel 300 a.C. la legge Ogulnia concesse ai plebei il diritto di accedere alla carica di pontefice massimo .
  • Period: 298 BCE to 290 BCE

    Terza Guerra Sannitica

    Nel 298 a.C., Sanniti si allearono con i Galli, gli Etruschi e gli Umbri per frenare le ambizioni romane; ma Roma, diventata forte e potente, sconfisse i Sanniti, una prima volta, a Sentino nel 295 a.C. e poi, definitivamente, ad Aquilonia nel 293 a.C. Nel 290 a.C. I Sanniti, sconfitti ma non domati, accettarono di diventare Alleati di Roma
  • 287 BCE

    Legge Ortensia

    Legge Ortensia
    Nel 287 a.C. con la legge Ortensia si riconobbe il potere legislativo ai comizi popolari , i quali potevano emanare leggi attraverso il plebiscito.
  • Period: 260 BCE to 241 BCE

    Prima Guerra Punica

    La prima guerra punica scoppiò per la rivalità tra Roma e Cartagine. Roma aveva conquistato le città della Magna Grecia, minacciando la supremazia di Cartagine nel Mediterraneo .L'occasione della guerra fu data dall'invasione a Messana, la cui gente chiese aiuto a entrambe le città .La guerra si concluse nel 241 a.C. con una battaglia navale presso le isole Egadi, vinta dai romani .La vittoria fruttò a Roma il controllo della Sicilia e nel 237 a.C. la conquista della Sardegna e della Corsica
  • Period: 219 BCE to 202 BCE

    Seconda Guerra Punica

    Il generale cartaginese Annibale varcò le Alpi con decine di elefanti e scese in Italia. Sconfisse i Romani e giunse in Puglia,dove riportò una grande vittoria (216 a.C.).I Romani si riorganizzarono e inviarono in Africa le truppe guidate da Publio Cornelio Scipione. Annibale fu quindi costretto a lasciare l’Italia per andare a difendere Cartagine.I due eserciti si scontrarono nella battaglia di Zama (202 a.C.). I Cartaginesi furono sconfitti e costretti a cedere tutte le loro colonie in Spagna.
  • 216 BCE

    Battaglia di Canne

    Battaglia di Canne
    Il 2 agosto del 216 a.C.,l’esercito romano, al comando dei consoli Terenzio Varrone e Lucio Emilio Paolo, subì una tremenda sconfitta. Si trattò di una delle peggiori disfatte della storia di Roma, che perse 40 mila uomini tra caduti e prigionieri, tra cui lo stesso console Lucio Emilio Paolo, morto in battaglia. 10 mila furono i prigionieri, mentre circa 15 mila si rifugiarono con l’altro console Terenzio Varrone nella città di Venosa.
  • Period: 215 BCE to 205 BCE

    Prima Guerra Macedonica

    Filippo V di Macedonia strinse un’alleanza con Annibale. Roma reagì chiamando a raccolta i vari nemici che Filippo aveva sia in Grecia (primi fra tutti la Lega etolica) sia in Asia Minore, come il regno di Pergamo; i Romani non poterono intervenire con forze rilevanti perché duramente impegnati da Annibale in Italia.La prima delle tre guerre macedoniche si concluse con la pace di Fenice (205 a.C.).
  • Period: 200 BCE to 197 BCE

    Seconda Guerra Macedonica

    Filippo V di Macedonia avviò una politica di espansione in Asia Minore. Aggredì il regno di Pergamo, alleato di Roma, e penetrò in Grecia, tentando la conquista di Atene (200 a.C.). Ebbe così inizio la seconda guerra macedonica.Il comando delle forze romane fu affidato a Tito Quinzio Flaminio, La guerra culminò nella battaglia di Cinoscefale (197 a.C.), in Tessaglia.Il sovrano macedone perse tutti i territori esterni alla Macedonia, consegnò la flotta e pagò una forte indennità.
  • 190 BCE

    Guerra Siriaca

    Guerra Siriaca
    Al termine della seconda guerra macedonica, la Lega etolica chiede l’intervento del re di Siria Antioco III . Questi, a sua volta, è preoccupato dell’espandersi di Roma verso Oriente.Certo di poter contare sull’aiuto dei Greci e su quello dei Macedoni, nel 191 a.C. sbarca in Grecia. Ma solo la Lega etolica lo aiuta.Il re siriaco è sconfitto dai romani alle Termopili nel 191 a.C. e a Magnesia, in Asia Minore, nel 190 a.C.
  • Period: 171 BCE to 168 BCE

    Terza Guerra Macedonica

    Successe il figlio di Flilippo,Perseo. Questi nel 171 a.C. iniziò una nuova guerra contro Roma.Nel 168 a.C. il comando delle forze romane passò a Lucio Emilio Paolo.Nella battaglia di Pidna i Macedoni furono sbaragliati.Le città greche colpevoli di aver appoggiato il re macedone subirono delle riduzioni territoriali; parte dei loro abitanti furono deportati.Vent’anni più tardi la Macedonia divenne provincia romana (148 a.C.). Con essa,l’intera Grecia entrò a far parte dei domini romani.
  • Period: 149 BCE to 146 BCE

    Terza Guerra Punica

    La Seconda guerra punica si era conclusa con un accordo di pace. L’accordo vietava a Cartagine di fare guerre senza il consenso romano. I Cartaginesi furono attaccati dal regno della Numidia e per difendersi violarono l’accordo. Allora i Romani nel 149 a.C. dichiararono guerra a Cartagine. Comandati da Scipione Emiliano, dopo un assedio di tre anni, nella primavera del 146 a.C., i Romani conquistarono la città. I 50 000 Cartaginesi che si arresero furono venduti come schiavi,
  • 133 BCE

    Tribunato di Tiberio Gracco

    Tribunato di Tiberio Gracco
    Tiberio Gracco ideò un progetto: richiamare in vita una legge Si trattava di una delle leggi Licinie Sestie che fissava limiti massimi al possesso privato di agro pubblico.Il progetto prevedeva che nessuno potesse possedere più di 500 iugeri (125 ettari) di terra pubblica, aumentabili di 250 per ogni figlio maschio entro il limite massimo di 1000. Coloro che oltrepassavano questo limite avrebbero dovuto restituire la terra, venendo compensati nel caso vi avessero apportato migliorie.
  • Period: 91 BCE to 88 BCE

    Guerra Sociale

    Nel 91 a.C. il tribuno della plebe Marco Livio Druso propose una serie di riforme, tra cui la concessione della cittadinanza agli Italici, . Il Senato lo fece uccidere e gli Italici si ribellarono.Nel 90 a.C. la rivolta dilagò in quasi tutta la penisola.vari popoli combatterono Roma.La guerra sociale fu dura e crudele. I cittadini e le loro famiglie furono massacrati.Alla fine Roma, riuscì a piegare i ribelli
  • Period: 83 BCE to 82 BCE

    Guerra Civile tra Mario e Silla

    Mitridate aveva invaso la provincia d’Asia.Il senato affidò il comando di questa guerra al console Lucio Cornelio Si.Silla era a Nola quando gli giunse il contrordine. L’assemblea della plebe,istigata da Gaio Mario, aveva infatti deciso di assegnare allo stesso Mario il comando della spedizione contro Mitridate.Silla rifiutò il contrordine,entrò a Roma alla testa di sei legioni che scatenò contro gli avversari politici Mario, si salva con la fuga.
  • Period: 82 BCE to 79 BCE

    Dittatura di Silla

    Silla era il padrone di Roma. Egli non ebbe quindi difficoltà a farsi nominare dittatore a tempo indeterminato con potere di legiferare. L’opposizione fu messa a tacere con le liste di proscrizione.Convinto di aver agito per il bene della Repubblica, nel 79 a.C. Silla lasciò inaspettatamente la dittatura e la vita politica e si ritirò in una sua tenuta in Campania. Qui morì nel 78 a.C.
  • 60 BCE

    Primo Triumvirato

    Primo Triumvirato
    Il Primo triumvirato fu un accordo privato tra Cesare, Crasso e Pompeo, per ripartirsi le cariche dello Stato e opporsi all’oligarchia.I risultati non si fecero attendere. Cesare, eletto console per l’anno 59 a.C., propose immediatamente una legge per la concessione di terre ai veterani di Pompeo mentre a favore di Crasso fu ridotto il canone di appalto pagato.Per se stesso ottenne l’assegnazione del proconsolato della Gallia Cisalpina e della Gallia Narbonese
  • Period: 49 BCE to 45 BCE

    Guerra Civile tra Cesare e Pompeo

    Nel 49 a.C Cesare attraversa il Rubicone in armi, dando così inizio alla guerra civile.Colse impreparato Pompeo che abbandonò Roma e si rifugiò in Macedonia. Cesare conquistò la penisola italica e la Spagna .Nel 48 a.C Cesare ottenne la nomina di console e partì per la Grecia, dove, in uno scontro presso Farsalò sconfisse l'esercito di Pompeo. Il quale si rifugiò in Egitto presso il re Tolomeo XIII, che lo fece uccidere a tradimento. nel 45 gli ultimi fedeli vennero uccisi
  • 44 BCE

    Assassinio di Giulio Cesare

    Assassinio di Giulio Cesare
    44 a.C. Giulio Cesare venne ucciso durante una seduta del Senato di Roma. Fu assassinato dai nemici a cui aveva concesso la sua clemenza, dagli amici a cui aveva concesso onori e gloria, da coloro che aveva nominato eredi nel suo testamento.
  • 43 BCE

    Il Secondo Triumvirato

    Il Secondo Triumvirato
    Il Secondo triumvirato conferiva ai tre contraenti , Ottaviano, Marco Antonio e Marco Emilio Lepido, il controllo della parte centrale e occidentale dell’impero, dando a ciascuno l’autorità di legiferare, nominare magistrati, dichiarare guerra, coniare moneta. Ad Antonio toccarono la Gallia Transalpina e Cisalpina, a Ottaviano l’Africa e la Sicilia, a Lepido la Gallia Narbonese e la Spagna. L’Italia restava indivisa.
  • 42 BCE

    Battaglia di Filippi

    Battaglia di Filippi
    Bruto e Cassio, gli assassini di Giulio Cesare, furono sconfitti nella battaglia di Filippi, in Macedonia da Ottaviano e Marco Antonio. In realtà ci furono due battaglie di Filippi. Nella prima Marco Antonio sconfisse Cassio, mentre le forze di Bruto ebbero la meglio su quelle di Ottaviano.Cassio ordinò a un liberto di nome Pindaro di ucciderlo usando lo stesso pugnale con cui aveva colpito Giulio Cesare.Tre settimane dopo avvenne il secondo scontro, nel quale Bruto fu rovinosamente battuto.
  • 41 BCE

    Fine della Repubblica : battaglia di Azio

    Fine della Repubblica : battaglia di Azio
    Le forze di Ottaviano erano comandate da Agrippa, che seppe dare al suo capo la vittoria.Le navi egiziane si rivelarono poco maneggevoli contro quelle romane.Mentre Ottaviano era alle porte di Alessandria, a Marco Antonio venne portata le falsa notizia che Cleopatra si era suicidata. Egli allora si gettò sulla propria spada e morì poco dopo.Il regno d’Egitto venne ridotto a provincia, mentre il senato stabilì per Marco Antonio la damnatio memoriae. La repubblica finisce