LA FORMAZIONE DEL CONTRATTO

  • AD 1

    PROPOSTA

    PROPOSTA
    Il proponente fa una proposta all’accettante.
  • 2

    TRATTATIVE

    TRATTATIVE
    Dopo la proposta del proponente L’accettante può fare a sua volta una proposta al proponente e i ruoli ti invertono, entrambi le parti possono decidere di ritirarsi dalle trattative non concludendo il contratto da cui può discendere un contratto preliminare in cui le parti concludono in un momento successivo un altro contratto chiamato definitivo
  • 3

    REVOCA

    REVOCA
    Può essere revocato in qualunque momento, prima della conclusione del contratto
  • 4

    ACCETTAZIONE

    ACCETTAZIONE
    Per essere valida e poter passare alla fase della conclusione del contratto deve essere tempestiva cioè arrivare al proponente entro la scadenza ed essere accettata senza alcuna modifica, perché se viene modificata per poter passare alla Chiusura del contratto deve essere accettata dall’altra parte.
  • 5

    CONCLUSIONE

    CONCLUSIONE
    Il contratto Viene concluso nel momento in cui chi ha fatto la proposta viene a conoscenza dell’accettazione
  • 6

    INVALIDITÀ

    INVALIDITÀ
    Invalidità sia quando il contratto presenta dei vizi e dei difetti che lo rendono inefficace. Le cause sono: la nullità quando presenta un vizio molto grave, annullabilità quando un contratto viene concluso da una persona incapace di agire, la recessione invece sia quando c’è uno squilibrio tra entrambi le parti.
  • 7

    SCIOGLIMENTO

    SCIOGLIMENTO
    Comprende il mutuo dissenso l’accordo con il quale le parti decidono di non concludere un contratto, Il recesso chiamata disdetta una parte comunica all’altra parte di voler concludere il contratto e non serve il consenso della controparte.
    I contratti a distanza sono dei contratti che vengono conclusi a distanza come le vendite televisive o telefoniche e in questi casi si ha il diritto di ripensamento senza alcuna penalità.
  • 8

    RISOLUZIONE

    RISOLUZIONE
    L’efficacia: La risoluzione rende inesistente un contratto, La risoluzione si dividono in: l’inadempimento cioè si verifica quando una delle due parti non esegue o esegue male la prestazione, la risoluzione per l’impossibilità sopravvenuta si ha quando la prestazione diventa impossibile da eseguire, mentre la risoluzione per l’eccessiva onerosità si ha quando la prestazione di una parte diventa difficile da eseguire rispetto a quella dell’altra parte