Benito mussolini orig (1)

il fascismo italiano

  • fondazione del partito popolare

    fondazione del partito popolare
    come nel resto d' Europa, anche un Italia la guerra rese più acuti i problemi economici e sociali.
    gli operai chiedevano la riduzione della giornata lavorarva, le donne chiedevano di poter essere importanti come gli uomini nell'ambito del lavoro visto che avevano aiutato durante la guerra, e i contadini meridionali speravano in una riforma agraria che assegnasse loro parte delle terre che lavoravano
  • fondazione del partito popolare

    fondazione del partito popolare
    il 1919 fu un anno denso di avvenimenti nella politica italiana, in gennaio la fondazione del partito popolare, il partito era guidato da Luigi Sturzo.
    era diffuso principalmente nelle campagne ed era apertamente rivale del partito socialista, forte nelle nelle citta e nelle regioni industriali. questi due partiti si contendevano la guida dalle masse popolari. Nel 1919, in marzo, Benito Mussolini fondo un movimento accesamente nazionalisti, i fasci di cambiamento
  • Period: to

    biennio rosso

    nell'agosto 1919 masse di contadini occuparono terre, erano organizzate da leghe rosse socialiste e leghe bianche popolari e associazioni di reduci di guerra, fecero scioperi e nel 1920 chiesero fabbriche ma gli operai le occuparono, e così ottennero aumenti, salari e la riduzione delle ore a 8 ore giornaliere
  • Fondazione del partito comunista in Italia

    Fondazione del partito comunista in Italia
    Nel gennaio 1921, un gruppo della sinistra socialista, guidato da Antonio Gramsci e Amedeo Bordaglia, fondò il partito comunista d'Italia, accusavano i dirigenti socialisti di limitarsi a mobilitare i lavoratori con vaghe promesse di rivoluzione.
  • mussolini diventa capo del governo

    mussolini diventa capo del governo
    il fascismo fondato nel 1919, due anni dopo il movimento dei fasci di cambiamento si trasformò in partito, il partito fascista.
    il capo del partito fascista, Benito Mussolini
    il partito del partito era piuttosto vago, ma prometteva di far tornarre l'ordine in Italia e dichiarava di proposito, al di sopra di ogni altro fine, il bene della partita
  • il fascismo si rafforza

    il fascismo si rafforza
    il partito fascista nel 1921 partecipò alle elezioni. Ma mussolini non intendeva giungere al potere con le vie parlamentari.
    Nell'ottobre 1922 Mussolini approfitto di un momento di crisi politica per preparare un colpo di stato. I capi fascisti organizzarono una marcia su rima per costringere il governo alle dimissioni di Facta, nominò Mussolini capo del governo.
  • la riforma della scuola

    la riforma della scuola
    <balilla> era il soprannome di Giovanni Battista Perasso, un ragazzino. Questo mito rivoluzionario e patriottico piaceva molto a mussolini, che scelse il nome di Operai nazionali balilla per l'istituzione di tipo militare destinata a riorganizzare la gioventù dal punto di vista morale e fisico, i giovano erano inquadrati secondo l'età.
    le attività erano tipo ginnico-sportivo. un'altra attività era l'addestramento premilitare dei giovano, con fucili di tipo antiquato, sfilare e manovre.
  • la violenza fascista prende il potere

    la violenza fascista prende il potere
    nelle elezioni del 1924, che si svolsero tra soprusi e violenze, la lista fascista ottenne la maggioranza. il deputato socialista Giacomo Matteotti, che aveva denunciato in parlamento le illegalità elettorali, fu assassinato da sicari del duce
  • la battaglia del grano

    la battaglia del grano
    a partire dal 1925 da due iniziative di grande effetto propagandistico, che mussolini. l'obbiettivo proclamato della battaglia del grano era la conquista dell'autosufficienza alimentare. l'italia non doveva più importare grano. la produzione di frumento aumentò
  • Period: to

    le leggi fascistissimo

    nel biennio tra il 1925-1926 furono promulgate alcune leggi dette <fascistissime> Furono sciolti tutti i partiti e le associazioni sindacali non fasciste, fu soppressa la libertà di stampa e di parola, di associazione. Per reprimere gli oppositori fu istituito il confino. fu ripristinata la pena di morte e venne istituito un tribunale apeciale per giudicare i <delitti contro lo stato>
  • il corporativismo

    il corporativismo
    il fascismo impose per legge l'orario di lavoro di 8 ore. l'eliminazione dei partiti e dei sindaci, però lasciava i lavoratori senza tutela. così nel 1927 al posto dei sindacati vennero istituite le corporazioni quali facevano datori di lavoro sia i lavoratori. grazie ai rapporti che intrattenevano col governo gli operai, invece, erano indeboliti, perché non potevano rincorrere allo sciopero
  • il conocordato con la chiesa

    il conocordato con la chiesa
    mussolini esaltò come un grande successo della politica <questione romana>, che opponeva la Chiesa allo Stato Italiano dai tempi della conquista di Roma nel 1870. Dopo lunghe trattative, l'11 febbraio 1929, con i patti lateranensi il potere civile e quello religiosi furono nuovamente associati. introdusse nelle scuole l'insegnamento della dottrina cattolica. vescovi che avessero il gradimento politico del governo italiano e li impegnò a giurare fedeltà allo stato.
  • Period: to

    guerra d'Etiopia

    per costruire un impero, il regime decide di conquistare l'Etiopia, un paese ricco di risorse naturali e di terre fertili, che confinava con le colonie italiane dell'africa orientale, Era una sfida al mondo intero, perché l'Etiopia era uno stato indipendente. nell'ottobre 1935 l'Italia dichiarò guerra all'Etiopia. la campagna, condotta con largo uso di gas tossici e di bombardamenti aerei sui villaggi, si concluse rapidamente italiane, entrarono nella capitale ad dis Abeba cacciando l'imperatore
  • leggi raziali

    il Germania era salito al potere Hitler, che fin dal 1935 adottò leggi che discriminavano e perseguitavano gli ebrei. Gli Ebrei Italiani erano ben integrati da molto tempo. Molti di loro erano ex combattenti e molti avevano aderito al fascismo. Ma l'avvicinamento alla Germania rafforzare movimento fascista e in alcuni suoi capi
  • leggi razziali

    leggi razziali
    Il partito fascista cominciò a favorire la pubblicazione e la diffusione di libri che esaltavano della <razza italiana>
    La campagna contro gli ebrei, che fu diretta dallo stesso Mussolini. Gli ebrei furono esclusi dalle scuole statali e dalle università, fu loro proibito presentare servizio nell'esercito ecc
    Migliaia di ebrei nel giro di pochi mesi furono privati della nazionalità italiana e del lavoro costretti a nascondere la loro identità o a emigrare o fare lavori umilianti per sopravvivere