Screenshot 20190415 144421

L' Architettura Gotica

  • 1150

    Caratteri dell'architettura gotica:

    Caratteri dell'architettura gotica:
    Contrariamente all'architettura romanica quella gotica non è massiccia, ma estremamente leggera, grazie ad uno dei suoi caratteri più essenziali: il suo accentuato verticalismo e alle grandi vetrate colorate che sostituiscono ampi tratti di muri.
    Le chiese gotiche, solitamente a 3 navate, sono spesso precedute da un portico e dotate di un profondo e corto transetto.
    Nella parte terminale, presentato un lungo coro, in genere circondato da uno o più deambulatori.
  • 1150

    Caratteri dell'architettura gotica:

    Caratteri dell'architettura gotica:
    Le principali innovazione tecniche, che costituiscono l'architettura gotica sono:
    - l'arco a sesto acuto, che sostituisce quello a tutto sesto;
    - la volta a ogiva costolonata, che sostituisce la volta a crociera;
    - l'arco rampante, che si aggiunge al contrafforti, molto sporgente che assume quasi indipendenza strutturale e visiva;
    - il pinnacle, elemento estetico che allo stesso tempo contribuisce alla staticità degli edifici;
    - e l'esilio spessore dei muri;
  • Period: 1150 to 1400

    L' Architettura Gotica

    L'architettura gotica, ebbe origine in una zona limitata della settentrionalale Francia, nella regione attore Parigi. Essendo questo territorio un dominio diretto della monarchia francese, il Gotico divenne un'arte nazionale.
    Dalla Francia comunque l'architettura gotica se diffusa ben presto anche in tutto il resto d'Europa.
    Così come il Romanico, anche quest'arte si differenzia nei vari luoghi in cui si propone, risentendo sempre delle tradizioni locali.
  • 1160

    La Cattedrale di Notre-Dame di Parigi

    La Cattedrale di Notre-Dame di Parigi
    Nel cuore di Parigi, nel 1160 venne iniziata la ricostruzione della Cattedrale di Notre-Dame, rappresenta una delle costruzioni gotiche più celebri del mondo.
    La cattedrale a pianta a croce latina con transetto poco sporgente, profondo coro terminante con un'abside semicircolare è un doppio deambulatorio, è divisa in 5 navate;ed è circondata da cappelle costruite in tempi successivi.
  • 1160

    La Cattedrale di Notre-Dame di Parigi

    Prima dell'aggiunta di esse, l'edificio aveva l'aspetto di una struttura continua senza interruzioni.
    La cattedrale parigina si presenta in uno stile non ancora del tutto maturo, ancora con elementi di derivazione romanica, tra cui soprattutto le colonne cilindriche; la navata centrale, infatti, non risulta slanciata e luminosa come quella delle cattedrali del gotico maturo, in cui i pilastri polistili permettono la presenza di volte più alte e di grandi vetrate;
  • 1160

    La Cattedrale di Notre-Dame di Parigi

    La Cattedrale di Notre-Dame di Parigi
    con l'aggiunta delle cappelle, non presenti nel progetto originario, venne meno l'illuminazione delle navate laterali e quindi si dovettero sostituire le monofore della navata centrale con più grandi bifore.
    L'edificio ha una copertura a volte a crociera; inoltre vi è la presenza di un ma trono caratterizzato da archi a sesto acuto scorretti da colonnine.
    Come possiamo vedere dall'esterno, la facciata è tripartite sia orizzontalmente che verticalmente da 4 contrafforti a gradoni.
  • 1160

    La Cattedrale di Notre-Dame di Parigi

    La Cattedrale di Notre-Dame di Parigi
    Mentrea la fascia mediana è caratterizzata dal grande rosone centrale, affiancato da due grandi bifore, precedute da una balconata con balaustra, la fascia inferiore, è occupata da 3 grandi portali archiacuti e stromboli, ed è limitata superiormente dalla Galleria dei Re di Giudea e di Israele; in fine, la fascia superiore, è caratterizzata da due torri campanarie incompiute.
    Verosimilmente attorno alla fine del 12 secolo per evitare problemi statici l'esterno fu dotato di lunghi archi rampanti.
  • 1174

    La Cattedrale di Canterbury

    La Cattedrale di Canterbury
    Una delle cattedrali più antiche d'Inghilterra, è sicuramente la Cattedrale di Canterbury, in cui al suo interno possiamo trovare una tra le prime costruzioni interamente gotiche: il coro.
    Edificato nel 1066, l'edificio fu in parte distrutto nel 1174, da un incendio.
    Per la ricostruzione fu chiamato Guglielmo di Sens, il quale progettò un nuovo coro.
    Caduto da un'impalcatura, Guglielmo fu costretto ad abbandonare i lavori
  • 1174

    La Cattedrale di Canterbury

    La Cattedrale di Canterbury
    Gli successe Guglielmo detto l'inglese, che proseguì la costruzione aggiungendovi la Trinity Chapel, (Cappella della Trinità), cioè l'azienda a ferro di cavallo dotata di un deambulatorio e, un'ulteriore cappella assiale, a pianta circolare: la Corona o Corona di Becket.
    Quest'ultime, il cui pavimento è rialzato di 16 gradini rispetto a quello del coro, erano destinate alla venerazione delle relique di Thomas Becket.
  • 1174

    La Cattedrale di Canterbury

     La Cattedrale di Canterbury
    Il lungo coro è caratterizzato da archi acuti, impostati su pilastri a sezione circolare e ottagonale, da un marrone che percorre il secondo livello dell'edificio e da un claristorio che è preceduto da una galleria.
    Procedendo dal coro verso la Corona, l'edificio accresce la sua magnificenza dotandosi di colonnine di marmo scuro poggianti sui capitelli dei pilastri o che circondano i pilastri stessi.Colonne binate di marmi policromi e grandi vetrate, ornano invece la Trinity Chapel e la Corona.
  • 1228

    L'Architettura Gotica in Italia

    L'Architettura Gotica in Italia
    A differenza del gotico francese, il Gotico italiano come potete sapere, è molto meno sfarzoso.
    Questo fatto venne causato dai monaci cistercensi che, volevano un gotico che si unisce al romanico ormai radicato nel territorio.
  • 1284

    Il Duomo di Santa Maria Assunta a Siena

    Il Duomo di Santa Maria Assunta a Siena
    Une sempione importante di gotico italiano, è il Duomo di Siena, (dedicato appunto alla Vergine Assunta).La costruzione dei lavori inizio intorno alla metà del 12 secolo e si protrasse fino agli ultimi decenni del Trecento.
    L'edeficio, presenta una pianta a croce latina immissa con terminazione absidale retta.
    Il corpo longitudinale, è composto da 3 navate scompartite da pilastri a fascio di colore nero e bianco(colori di Siena)con semicolonne che sorreggono gli archi a tutto sesto della navata.
  • 1285

    Il Duomo di Santa Maria Assunta a Siena

    Il Duomo di Santa Maria Assunta a Siena
    L'intersezione del corpo longitudinale con il transetto, è sottolineato da una cupola esagonale, retta da 6 massicci pilastri.
    La facciata, a salienti, tutta in marmo bianco con qualche decorazione in rosso di Siena e serpentino di Prato, è divisibile in due metà inferiore e superiore, riferibili a due distinte fasi costruttive. La parte inferiore venne realizzata dal magister Giovanni Pisano; nella quale aprì 3 portali con archi volti a tutto sesto e stipiti strombati e i due torrioni laterali.
  • 1377

    Il Duomo di Santa Maria Assunta a Siena

    Giovanni Pisano curò anche la decorazione scultorea, e corredò la facciata di un sorprendente ciclo di statue gotiche.
    La parte superiore della facciata è opera di Camaino di Crescentino che realizzò un bellissimo oculo al centro, incorniciato da nicchie gotiche, ai lati due pilastri incorniciano questa struttura e terminano in pinnacoli e quindi in sottilissime guglie, accentuando lo slancio verso l'alto dell'edificio.
    Nel complesso la facciata superiore è in stile gotico fiorito.
  • 1377

    Il Duomo di Santa Maria Assunta a Siena

    Il Duomo di Santa Maria Assunta a Siena
    Inoltre, la facciata è arricchita da un rosone, progettato e dipinto da Duccio di Buoninsegna.
    Un fatto che caratterizza questa cattedrale è il progetto che la vedeva coinvolta; l'intera costruzione esistente doveva trasformarsi nel transetto di un nuovo e grandioso edificio: il Duomo Nuovo o Grande cattedrale. Di questo progetto viene costruita purtroppo solo la grandiosa e immensa facciata a causa dell'interruzione dei lavori dovuta alla peste del 1348.