Sperimentazione Umana

  • 450 BCE

    L'inizio delle Dissezioni

    Aristotele (483-422 a.C) ha condotto delle dissezioni sugli animali al fine di ottenere in modo intuitivo informazioni sul corpo umano. Ad ogni modo, però, si può facilmente capire che l'analisi degli animali non può fornire un quadro perfetto di quello che è il corpo umano, ed è per questo che lo step successivo è stato quello di studiare l'anatomia dell'uomo.
  • 300 BCE

    Lo studio dell'Anatomia

    2300 anni fa i due medici greci Erofilo e Erasistrato ottennero il permesso di fare dissezioni dal vivo e vivisezionale i criminali, pertanto si ebbe la possibilità di esaminare l'interno del corpo umano. Erofilo fu il primo a fare autopsie e sono rimaste fino al medioevo le sue descrizioni dei sistemi nervoso, digerente, riproduttivo e cardiovascolare.
  • 180 BCE

    Abolizione della dissezione

    Per via della dissezione dal vivo Erofilo fu presto considerato un macellaio sadico e così la pratica fu abolita, anche perchè si pensava che guastando la pace dei cadaveri si sarebbe ottenuta l'ostilità degli dei. Prima dell'arrivo della legge romana, infatti, già non si potevano più dissezionare i corpi umani, e per nuove ricerche si dovranno aspettare almeno altri 1600 anni.
  • 1400

    La ripresa dell'Anatomia

    Nel 15° secolo Michelangelo, Leonardo da Vinci e Antonio Pollaiuolo faranno dipinti sull'anatomia dell'uomo, dunque rinascerà l'interesse per questo settore abbandonato da secoli.
  • L'Anatomia è un campo aperto

    A partire dal 1620 è iniziato lo studio dell'anatomia nelle università, mentre bisognerà aspettare ancora un po' per la dissezione.
  • La legge inglese sugli omicidi

    Nel 1752 fu ufficializzata una legge che puniva gli assassini inglesi con l’impiccagione al fine di ridurre gli omicidi, e da questo anno in poi i chirurghi poterono dissezionare i corpi dei criminali giustiziati. In particolare, a partire da questa legge, la sperimentazione umana cominciò ad essere affrontata qualcosa di normale e non fu più considerata come qualcosa di troppo lontano.
  • Il vaccino contro il Vaiolo

    Nel 1796 il dottore inglese Edward Jenner aveva molti pazienti malati di vaiolo, e sapeva che molti mungitrici avevano contratto il vaiolo bovino. Egli iniziò a pensare che il vaiolo bovino, provocante effetti più leggeri, potesse immunizzare per il vaiolo umano. Così iniettò a uomini sani il vaiolo bovino e scoprì che gli effetti erano lievi, dunque iniettò anche l'altro e realizzò che erano immuni a quest'ultimo. Esaminò anche il risultato su suo figlio e capì di aver trovato il vaccino.
  • Nuove cure: le operazioni

    Intorno alla metà del ‘800 il padre della ginecologia Sins capì come operare le donne che avevano collassi all’utero o come chiudere le fistole. Questi problemi erano mortali, quindi la risoluzione fu importante, ma fu brutale il modo in cui fu condotta la sperimentazione, in quanto le operazioni furono effettuate su donne schiave senza l’utilizzo di anestesie, se pur esistessero già. Inoltre, un'altra brutalità fu anche quella di operare una stessa donna più di 30 volte nella medesima parte.
  • La scoperta di elementi radioattivi (ST)

    All’inizio del 900 Pierre e Marie Curie si sono esposti ad una grande quantità di radiazioni durante la ricerca di uranio e radio; Pierre, per esempio, si è legato al braccio dei Sali di radio per diverse ore e ha osservato il cambiamento di bruciatura nelle varie settimane. A causa di questi test estremi i due coniugi erano continuamente sofferenti, stanchi e malati, ma alla fine il loro lavoro ha inaugurato l’uso delle radiazioni in medicina. Per quanto fatto hanno ottenuto entrambi il Nobel.
  • Period: to

    ...ma anche di novità sperimentali (Self-Test)

    Le principali scoperte, come la trasfusione di sangue, i vaccini e la sostituzione degli organi devono essere testati sugli umani, così i medici, per evitare i rischi di iniettare pazienti facendoli ammalare, hanno iniziato a testare loro stessi, stile Bruce Banner.
  • Period: to

    Un secolo di torture e illegalità (Torture) ...

    Nel 20° secolo la conoscenza del corpo umano non avanzò in modo radicale, in quanto i dottori condussero esperimenti su prigionieri, sul povero popolo e sui soldati, che erano volti alla scoperta, ma spesso molto strani, violenti e senza esito.
  • Rivitalizzazione degli anziani (T)

    Un esempio concreto delle brutalità condotte durante il 20° secolo è il tentativo da parte di un medico di una prigione della California di rivitalizzare uomini anziani impiantando testicoli di giovani giustiziati.
  • Period: to

    WW2

    Durante la seconda guerra mondiale (1939-1945) nazisti e giapponesi hanno condotto vivisezioni senza anestesia, sterilizzazione forzata, esposizione a temperature estreme, ad agenti patogeni mortali e a sostanze chimiche estremamente pericolose. "Gli esperimenti di nazisti e giapponesi che saranno presentati non hanno una precisa datazione in quanto venivano ripetuti continuamente, dunque sono datati solamente per stabilire un ordine di visualizzazione. Il 1935 è per distanziare gli eventi"
  • Decompressione per salvataggio da grande altezza - nazisti

    Uno degli esperimenti era volto a verificare le condizioni di un paracadutista dopo un salto di emergenza dall'altezza di 13 km. Per testare ciò chiusero dei prigionieri dentro delle camere con pressione e ossigeno continuamente diminuiti e analizzarono la situazione fino all'azzeramento delle due quantità. La maggior parte delle cavie moriva, ma anche chi riusciva a salvarsi veniva sezionato alla fine dell'esperimento.
    source
  • Raffreddamento prolungato - nazisti

    Un altro esperimento era volto a scoprire quanto tempo un uomo che cade in un mare gelido può sopravvivere. I prigionieri venivano posti in vasche con acque a temperatura in continua diminuzione, fino a 95 minuti consecutivi. Molti morivano, ma alcuni sopravvivevano ancora a 4°C, dunque furono utilizzati per testare modalità di riscaldamento veloci, come calore animale o medicinali. Dopo aver ripreso conoscenza si soffriva di disturbi cardiovascolari e di altre patologie dovute alla tortura.
  • Unità 731 - giapponesi

    Tre prigionieri furono vittime dell'iniezione di batteri coltivati da pulci infette; la vivisezione fu condotta mentre avevano perso conoscenza a causa della febbre alta. Si osservò dopo quanto tempo dei prigionieri appesi in posizione capovolta morivano per asfissia. Si testò il tempo per far morire di embolia dei prigionieri ai quali si iniettavano bolle d'aria nei vasi sanguigni. source
  • Il Processo di Norimberga, ...

    Quando la guerra finì e si realizzò cosa si era fatto ci fù il processo di Norimberga, con il quale si delinearono delle regole e dei limiti entro cui rimanere durante la sottoposizione di soggetti umani a test, tra cui:
    la possibilità di scegliere se farsi testare o no (no coercizione)
    la possibilità per il paziente di terminare il test in ogni momento
    gli esperimenti e i test possono essere condotti solo da esperti
    se l’esperimento è pericoloso per il paziente deve essere interrotto
  • ... ma gli Americani agiscono liberamente

    Gli americani pensavano che le regole delineata a Norimberga fossero limitate solamente ai nazisti, pertanto di fronte alla grande quantità di prigionieri di guerra, che aveva riempito le loro carceri, si ritrovarono a fare esperimenti continui, finanziati dal governo e senza chiedere consensi alle cavie. Verso la metà degli anni '60, inoltre, la metà dei paesi americani ha consentito i test sui prigionieri ed è proprio in America che sono stati fatti il 90% dei test farmaceutici.
  • Chester Southam e le cellule tumorali (T)

    Nel 1963 il dottore Chester Southam ha iniettato cellule tumorali ad almeno 20 pazienti anziani o malati del Jewish Chronic Disease Hospital di Brooklyn per vedere se le rigettavano come i pazienti sani. Come spesso accadeva in questi esperimenti, però, i pazienti non avevano dato il consenso, e non sapevano neppure cosa stesse succedendo.
  • Soluzioni per le malattie mentali (T)

    Nel 1970 si sparse la voce che alcuni ricercatori stavano infettando bambini mentalmente disabili con epatite virale presso l’istituto Willowbrook di Staten Island al fine di trovare nuovi trattamenti. Il loro esperimento è stato condotto a partire dal 1955 e con esso hanno scoperto che la malattia poteva essere bloccata con iniezioni della proteina gammaglobulina del sangue; ad ogni modo, la modalità in cui lo avevano fatto era così disumana che l’istituto fu presto chiuso.
  • Esaminazione brutale della sifilide non trattata (T)

    Nel 1932 il servizio sanitario della contea di Macon in Alabama e l’istituto Tuskegee volevano esaminare gli effetti della sifilide non trattata. In cambio di pasti e servizi di sepoltura 400 afroamericani malati di sifilide si sono arruolati nello studio pensando di avere sangue cattivo, e non sono mai stati messi a conoscenza della malattia né curati, neppure dopo che la penicillina è diventata una cura nel 1947, in quanto si volevano osservare i progressi fino alla morte.
  • Nuovi divieti (T)

    Entro la metà degli anni ’70 gli USA hanno vietato le ricerche nelle carceri federali e bloccato la sperimentazione sugli umani, per via degli esperimenti che erano stati condotto nel corso dell'ultimo secolo; in risposta a questo provvedimento molti gruppi di ricercatori hanno iniziato a condurre esperimenti all’estero.
  • Le ulcere gastriche e il batterio Helicobacter pylori (ST)

    A metà degli anni ’80 il medico Barry Marshal e il patologo Robin Warren hanno cercato di dimostrare che le ulcere gastriche fossero causate dall’azione del batterio Helicobacter pylori e non dovute allo stile di vita. Così Marshall ne ha presi alcuni e li ha ingoiati. 4 giorni dopo ha iniziato a vomitare, e le biopsie hanno mostrato che i batteri erano nello stomaco e che egli aveva la gastrite, la quale lo avrebbe portato ad avere le ulcere. Nel 2005 hanno ottenuto il Nobel per la medicina.
  • Le malattie autoimmuni e gli anchilostomi (ST)

    Nel 2004 dottor Pritchard si è legato delle larve al braccio per infettarsi con parassiti anchilostomi, al fine di provare che essi riducono i sintomi delle malattie autoimmuni.
    Durante il lavoro in Papua Nuova Guinea aveva notato che gli infetti da anchilostomi erano insensibili ad alcune malattie autoimmuni, dunque il verme interrompeva la risposta del sistema immunitario. Ha usato se stesso come paziente e ha scoperto con 10 anchilostomi si evitano disturbi intestinali e sintomi allergici.
  • Si raggirano i divieti (T)

    Nel 2008 il dipartimento della salute e dei diritti umani ha stimato che il 65% degli studi clinici di farmaci che precedentemente venivano regolamentati erano stati condotti in paesi stranieri senza monitoraggio. Dunque medici e ricercatori, per non sottoporsi al controllo imposto dagli USA, non hanno fatto altro che cambiare pazienti e andare all'esterno dove non ci sono controlli.