Screenshot 2021 10 17 at 11.16.01

Italiano narrativa

By al.ice
  • La struttura del testo narrativo

    Il testo narrativo si divide in:
    -storia: ciò che accade nel testo
    -racconto: il modo in cui la storia viene raccontato.
    · L'ordine degli eventi può seguire un ordine logico-cronologico (fabula) o l'ordine scelto dall'autore (intreccio) qui possono essere presenti anacronie: alterazioni nell'ordine logico-cronologico degli eventi (es. flashback/forward)
    · La velocità della narrazione è l'amplificazione o riduzione del tempo della narrazione con l'uso di strategie
  • La velocità della narrazione

    Strategie:
    1. Scena (TDR = TDS): la durata degli eventi coincide con il tempo necessario per raccontarle (es. dialogo)
    2. Sommario (TDR < TDS): narrazione sintetica di ciò che accade
    3. Ellissi (TDR = 0): taglio da una scena a un'altra
    4. Pausa (TDS = 0): rallentamento o interruzione del racconto (es. sequenza descrittiva)
    5. Analisi (TDR > TDS): la durata dei fatti narrati è minore di quella del tempo impiegato a raccontarli (contiene sentimenti/pensieri del narratore/personaggi)
  • Sequenze dei racconti, dinamiche (progresso nel storia) e statiche (nessun progresso nel storia)

    Ogni racconto è diviso in sequenze:
    -narrativa (dinamica): fornisce elementi per la comprensione della vicenda
    -descrittiva (statica): descrizione di ambiente/personaggi/situazione
    -riflessiva (statica): pensieri/emozioni/sentimenti del personaggio/autore
    -dialogica (dinamica/statica): discorso diretto
    -mista (statica/dinamica): unisce elementi diversi (es. narrativi + descrittivi)
  • Schema della narrazione (struttura ricorrente di ogni testo narrativo)

  • I personaggi#1 (Ruolo)

    Gerarchia:
    -personaggi principali: compiono le azioni di maggior rilievo
    -personaggi secondari
    -comparse Ruoli:
    -protagonista: personaggio principale attorno a cui ruota la vicenda
    -antagonista: avversario del protagonista
    -aiutanti: sostengono il protagonista
    -oppositori: sostengono l'antagonista Oggetto del desiderio:
    -concreto o astratto
    -destinatore (assegna al protagonista la missione) e destinatario (protagonista, colui che deve compiere la missione)
  • I personaggi#2 (Tipologia)

    Statici: non si evolvono né mutano nel corso della vicenda
    -pochi tratti marcati e fissi
    -motivazione: nei generi dinamici (es. giallo) non obbligare il lettore ad un eccessivo sforzo
    -tratti inconfondibili del protagonista Piatti: convenzionali e privi di conflitto interiore
    -omologabili a stereotipi
    -principessa da salvare, principe azzurro ecc A Tutto Tondo: opposto dei personaggi piatti
    -personalità ricca/sfaccettata
    -unici
    -dinamici (evoluzione interiore)
    -conflitto interiore
  • I personaggi#3 (Presentazione)

    Diretta in prima persona:
    -storia raccontata in prima persona
    -protagonista si presenta da sé
    Diretta in terza persona:
    -storia raccontata in terza persona
    -personaggio presentato dalle parole del narratore
    Indiretta:
    -personaggi che entrano in scena senza alcuna presentazione
    -indizi disseminati lungo il racconto attraverso azioni/discorsi/comportamenti + parole/pensieri di altri personaggi
  • I personaggi#4 (Caratterizzazione)

    -Nome: come si identifica un personaggio, può assumere un particolare rilievo (funzione prolettica / funzione ironica) -Aspetto fisico: descrizione esteriore -Profilo psicologico-comportamentale: carattere del personaggio; interiorità del suo stato d'animo -Sistema ideologico-culturale: scelte ideali del personaggio; sviluppo del suo pensiero; visione del mondo del personaggio -Appartenenza sociale: classe sociale di appartenenza –> disponibilità finanziaria; ambiente socio-economico