i robot nella storia

  • 1204

    anche nella cultura araba arrivano i robot

    Anche gli arabi crearono dispositivi complessi. Tra il 1204 e il 1206 Al-Jazari, elaborò numerosi progetti di carattere “robotico”.
  • 1495

    Leonardo da vinci e il cavaliere meccanico

    Leonardo da vinci e il cavaliere meccanico
    il cavaliere meccanico progettato da Leonardo Da Vinci poteva compiere movimenti del busto, degli arti, del capo.
    era stato probabilmente previsto per animare una delle feste alla corte sforzesca di Milano. Non si sa se Leonardo ha realizato o meno questo automa, perchè sono stati ritrovati solo i progetti e non il robot vero e proprio
  • il rinascimento giapponese porta il giappone a diventare la patria della rootica

    il rinascimento giapponese porta il giappone a diventare la patria della rootica
    In Giappone, i Karakuri risalgono alla cosiddetta “Era di Edo”, il “Rinascimento” giapponese, collocata fra il 1600 e il 1867: non è certo un caso che oggi la patria della robotica sia il Giappone. La stesura dei manuali necessari alla costruzione di queste bambole, create per divertire sia i nobili sia la popolazione, rappresenta ancora il fondamento dell’odierna cultura ingegneristica del Giappone.
  • il primo robot mai realizzato

    il primo robot mai realizzato
    Jacques de Vaucanson realizzò il primo robot funzionante, che nel 1738 fabbricò un androide suonatore di flauto in grado di muoversi con movimenti complessi, altra sua celebre creazione fu l’anatra meccanica, in grado di mangiare e defecare.
  • Period: to

    Pierre-Louis Jaquet-Droz e suo figlio Henry

    Tra il 1768 e il 1774 Pierre-Louis Jaquet-Droz e suo figlio Henry costruirono una serie di automi ed oggetti meccanici, oggi visibili al Musée d’Histoire di Neuchatel, che sono: Charles, uno scrivano capace di scrivere un testo di 40 lettere, andare a capo, intingere la penna nel calamaio. Henry un disegnatore che può eseguire quattro diversi schizzi. Marianne una giovane intenta a suonare un organetto a canne. E’ in grado di eseguire cinque melodie seguendo con gli occhi la tastiera.
  • Lo scandalo del giocatore di scacchi

    Lo scandalo del giocatore di scacchi
    Wolfgang De Kempelen, un inventore Ungherese al servizio della imperatrice Maria Teresa di Vienna, sviluppò il giocatore di scacchi, un meccanismo apparentemente in grado di giocare automaticamente a scacchi, ma in realtà animato tramite un sistema di leveraggi interni da un giocatore umano nascosto all’interno del congegno.
  • le prime macchine nelle industrie

    le prime macchine nelle industrie
    Nel 1970 vennero introdotte, nelle grandi industrie, le macchine per moltiplicare le produzioni
  • le leggi dela robotica di Isaac Asimov

    le leggi dela robotica di Isaac Asimov