Da Augusto al Sacro Romano Impero

Timeline created by facebooker_1997453190341676
In History
  • -38 BCE

    Matrimonio di Ottaviano con Livia

    che uccise tutti i successori di Augusto (nipote Marcello, genero Agrippa, nipoti Gaio e Lucio) per far sì che il figlio Tiberio fosse l'erede indiscusso dell'impero.
  • -31 BCE

    Vittoria di Ottaviano ad Azio

    su Antonio e Cleopatra. Segnò la fine dell'ennesima guerra romana e sancì la crisi irreversibile della repubblica.
  • -27 BCE

    Nomina di Augusto => Imperator-princeps

    che racchiudeva in se le parole augere, accrescere (le sorti di Roma), augurium, la pratica religiosa degli auguri (si alludeva alla sfera religiosa), e auctoritas, carisma (della persona).
    Più tardi assumerà l'imperium, la tribunicia potestas.
  • -20 BCE

    Restituzione delle insegne legionare strappate a Crasso

    dai Parti nel 53 a.C nella disfatta di Carre
  • -12 BCE

    Augusto diventa pontefice massimo

  • -9 BCE

    Sconfitta a Teutoburgo delle legioni

    guidate da Publio Quintilio Varo
  • -6 BCE

    Assegnazione tribunicia potestas a Tiberio

    e conseguimento di alcune compagne militari
  • -4 BCE

    Adozione di Tiberio

  • -2 BCE

    Proclamazione a padre della patria

  • 14

    Morte di Ottaviano

  • 27

    Tiberio si ritira a Capri e lascia il potere

    nelle mani del prefetto, che si sbarazza dei nemici sotto false accuse di lesa maestà.
  • 31

    Assassinio di Seiano da Tiberio

  • 32

    Concilio di Nicea

  • 41

    Assassinio di Caligola

  • 54

    Muore Claudio avvelenato

  • 64

    Incendio di Roma

    probabilmente doloso e motivato da ragioni di speculazione edilizia, la quale furono accusate le comunità cristiane (inizio persecuzioni).
  • 65

    Congiura dei Pisoni

    contro Nerone. Fallì miseramente e i suoi partecipanti furono costretti al suicidio. (Senenca, Petronio e Lucano)
  • 68

    Suicidio di Nerone

    con l'aiuto di un liberto.
  • 69

    Anno dei quattro imperatori

    Vengono nominati imperatore Galba, Salvio Otone, Aulo Vitellio e infine Tito Flavio Vespasiano. Si notano l'indebolimento del senato e l'aumento del potere dell'esercito nella nomina degli imperatori.
  • 70

    Lex de imperio vespasiani

    Venne formulato un atto legislativo per cui il potere veniva maggiormente definito dalla divisioni dei compiti e doveri tra senato e principe.
  • 79

    Eruzione del Vesuvio

    e distruzione di Ercolano e Pompei. Muore nella catastrofe naturale Plinio il Vecchio. Dalla città di Pompei è possibile rinvenire alla vita quotidiana di quel tempo, visto i reperti storici rimasti intatti.
  • 94

    Agri Decumates

    Creazione di un territorio cuscinetto, tra i due fiumi il Reno e il Danubio, a difesa dell'impero.
  • 96

    Assassinio di Domiziano

  • 105

    Riduzione della Giordania in provincia

  • 165

    Inizio peste

  • 169

    Morte di Lucio Vero

  • 177

    Persecuzione dei cristiani a Lugdunum

  • 192

    Congiura

    Commodo viene ucciso
  • 192

    Crisi politica

    Nel giro di pochi mesi si affermarono al potere Publio Elvio Pertinace, Didio Giuliano e poi Settimio Severo.
  • 212

    Editto di Caracalla o Constitutio Antoniniana

    Concedeva la cittadinanza a tutti gli abitanti delle province romane. Le ragioni delle editto furono di natura finanziaria: le tasse vennero a tutti estese e aumentate con la tassa di successione.
    Roma con questo atto revoca la territorialità del diritto: le leggi valgono per tutti coloro che abitano nei confini dell'impero. ( i regni romano-barbarici revocavano la personalità del diritto -> Codice di Eurico)
  • 217

    Assasinio di Caracalla

  • 250

    Violente persecuzioni dei cristiani

  • 286

    Diventa capitale Milano dell'impero d'Occidente

  • 301

    Editto dei prezzi

    Lo stato, dopo essere andato in inflazione, coniò nuove monete e fissò un calmiere dei prezzi di merci e dei servizi essenziali attraverso un editto.
    Accrebbe il mercato nero.
  • 303

    Editto di Diocleziano

    Si resero ancora più violente le persecuzioni dei cristiani: furono chiusi tutti i luoghi di culto, furono confiscati tutti i beni della Chiesa, si limitò la libertà di associazione dei cristiani.
  • 305

    Gli augusti abdicano

  • 306

    Morte di Costanzo

  • 311

    Morte di Galerio

    Gli succede Licinio.
  • 312

    Battaglia di Ponte Milvio

    Costantino sconfisse Massenzio e assunse il governo dell'Occidente.
    Licinio sconfisse Massimino Daia e assunse il governo d'Oriente. La figura di Costantino è tradizionalmente associata all'idea di tolleranza nei confronti del cristianesimo. L'imperatore avrebbe collegato il monogramma di Cristo sulle armi dei suoi soldati prima della battaglia e, dopo la vittoria, si sarebbe convertito alla religione. La madre Elena era considerata santa per aver ritrovato la croce di Gesù.
  • 313

    Editto di Milano

    emanato da Costantino e Licinio. Garantiva la tolleranza per ogni religione e culto nell'impero, cristianesimo compreso.
  • 324

    Licinio viene sconfitto da Costantino

    Costantino assume il ruolo di unico augusto e l'impero ritorna unito dalle discordie sociali.
  • 325

    Concilio ecumenico di Nicea

    Il concilio era un'assemblea di vescovi convocata da Costantino, che era pontefice massimo. Fu convocata per condannare l'eresia ariana: Ario sosteneva che Cristo fosse solo un semplice uomo e non figlio di Dio. Tale dottrina poteva danneggiare i principi teologici del cristianesimo e l'autorità della Chiesa. => viene formato il credo.
    Costantino diede inizio ad un atteggiamento definito cesaropapismo: l'imperatore voleva assumere i poteri del papa, subordinando la Chiesa al potere politico.
  • 330

    Costantinopoli diventa capitale dell'impero d'Oriente

    La città aveva una posizione strategica fondamentale e fu abbellita con palazzi, opere pubbliche e straordinarie fortificazioni murarie. In età medievale diventerà la capitale dell'impero bizantino.
    Roma venne emarginata e così iniziò la decadenza dell'impero romano.
  • 337

    Morte di Costantino

    La stabilità politica cessò: i tre figli di Costantino di fecero guerra.
    Prevaricò tra gli altri Costanzo II, che associò al trono il cugino Costanzo Gallo e il fratello Giuliano.
  • 361

    Morte di Costanzo

  • 378

    Sconfitta di Valente ad Adrianopoli

    Venne segnata la fine dell'eternità di Roma, il cui il territorio era assediato su ogni fronte.
  • 380

    Editto di Tessalonica

    Tale editto sancì che il cristianesimo era la religione di Stato. Le altre religione erano fuori legge, come ad esempio il paganesimo: vennero confiscati i beni dei templi, perseguitati i praticanti non cristiani e banditi i giochi olimpici. (si ricorda la donna Ipazia, filosofa martire del paganesimo)
  • 381

    Concilio ecumenico

    per combattere l'eresia ariana.
    E' di rilievo il vescovo Ambrogio che, dopo una strage di rivoltosi a Tessalonica per ordine imperiale, scomunicò l'imperatore e che impedì Valentiniano II a costruire un grande altare alla dea Vittoria davanti al senato di Roma.
  • 394

    Sconfitta di Eugenio sul fiume Frigido

  • 395

    Morte improvvisa di Teodosio

    Il potere venne diviso ai figli Arcadio e Onorio
  • 402

    Sconfitta inflitta ai Visigoti, guidati dal re Alarico

    presso Pollenzo ( in Piemonte)
  • 402

    Capitale trasferita da Milano a Ravenna

  • 406

    Incursione degli Ostrogoti in Italia

  • 407

    Sfondamento del limes del Reno

    da parte di una coalizione germanica formata da Vandali, Svevi e Burgundi.
  • 408

    Assassinio di Stilicone

  • 410

    Alarico giunge a Roma

    non avendo avuto alcun tributo in denaro da Onorio.
    Saccheggio di Urbe.
  • 433

    Attila prende le redini sul popolo unno

    Gli Unni erano il popolo bellicoso più pericoloso poiché chiedevano tributi in cambio della "non aggressione" dei territori.
  • 439

    Presa di Cartagine da parte dei Vandali

    Venne instaurato il regno vandalico d'Africa,con re Genserico.
  • 451

    Battaglia ai Campi Catalaunici

    Generale Ezio, con l'appoggio dei Visigoti, si scontrò contro Attila che fu sconfitto.
  • 453

    Muore Attila

    Dissoluzione del suo "impero nomade".
  • 455

    Sacco di Roma

    Il re vandalo Genserico raggiunse Roma dall'Africa. Il papa patteggiò con gli invasori chiedendo loro di risparmiare la popolazione. Roma viene depredata per due settimane.
  • 476

    Caduta dell'impero romano d'Occidente

    L'impero cadde per le continue invasioni barbariche che ne logorarono i confini e la stabilità.
    Visigoti e Ostrogoti
    Di stirpe germanica, erano popoli che originariamente erano stanziati nei pressi del mar Baltico. Arrivarono nel territorio romano tramite migrazioni spinte dalla pressione degli Unni.
    I Vandali
    Popolazione germanica, originaria della regione baltica, si spostò verso ovest per gli Unni.
    Gli Unni
    Popolazioni asiatiche, erano abili guerrieri che migravano in cerca di sedi sicure.
  • 488

    Invasione dell'Italia da Teodorico

  • 493

    Teodorico sconfigge Odoacre e governa sull'Italia ostrogota

  • 500

    Editto di Teodorico

    valido per Italia ostrogota.
  • 506

    Lex Romana Visigothorum

    emanata dal visigoto Alarico II, valida nella Francia meridionale e in Spaga
  • 507

    Sconfitta a Vouillè dei Visigoti

  • 510

    Clodoveo stipula un trattato di pace con Teodorico

  • 524

    Condanna dell'arianesimo

    Clodoveo si convertì al cristianesimo, mentre furono uccisi da Teodorico Boenzio e imprigionato papa Giovanni I
  • 525

    Giustiniano sposa Teodora

  • 526

    Morte di Teodorico

    In assenza di figli maschi gli successe il nipote Atalarico, sotto la reggenza della madre Amalasunta che cercò alleanze con Giustiniano.
  • 529

    Codice giustinianeo

    Conteneva tutte le leggi e gli editti imperiali in vigore dall'epoca Adriano.
    <Digesto>
    <Institutiones>
    <Novellae constitutiones>
  • 529

    Fondazione del monastero di Montecassino

  • 532

    Rivolta di Nikà

    Venne messa in serie pericolo la vita dell'imperatore: i rivoltosi, durante una gara di quadriglie all'ippodromo, erano divisi in due fazioni politico-religiose -verdi, ortodossi, e azzurri, monofisiti-
  • 534

    Morte di Atalarico

  • 534

    Regola di San Benedetto

    Nella Regola, Benedetto insiste soprattutto sulla moderazione e pratica delle virtù cristiane come l'obbedienza all'abate, il silenzio, la carità e l'umiltà. Riteneva che la preghiera dovesse affiancare anche il lavoro, da qui il detto ora et lavora.
  • 536

    Concilio di Costantinopoli

    Giustiniano cercò di condannare la filosofia monofisita.
  • 554

    Prammatica sanzione di Giustiniano

  • 554

    LItalia è ridotta provincia dell'impero romano d'Oriente con capitale Ravenna

  • 565

    Morte di Giustiniano

  • 572

    Pavia diventa capitale del regno longobardo

    Distinzione di Longobardia Maior, Italia settentrionale, e Longobardia Minor, Italia centro-sud. Il resto dell'Italia rimase nelle mani dei Bizantini (zone costiere della Campania, Calabria, Puglia + Roma + Pentapoli: Rimini, Pesaro, Fano, Senigallia, Ancona).
  • 572

    Uccisione di Alboino

    in una congiura con la complicità della moglie Rosmunda
  • 590

    Elezione di papa Gregorio Magno

  • 591

    Milano diventa capitale del regno longobardo

    e Agilulfo sposa Teodolinda,
  • 600

    Formazione impero bulgaro

    antagonista nei Balcani dell'impero bizantino.
  • 628

    Sconfitta re persiano Cosroe II

    che aveva saccheggiato Gerusalemme.
  • 635

    Conquista di Damasco

    conseguimento del controllo della Siria
  • 637

    Presa di Ctesifonte, capitale dell'impero sassanide sul Tigri

    Conseguimento del controllo di odierni Iraq e Iran
  • 638

    Caduta di Gerusalemme

    Presa della Palestina
  • 642

    Alessandria d'Egitto espugnata

  • 643

    Editto di Rotari

    Con esso si pose fine alla tradizione delle faide e venne posto il guidrigildo, rimaneva però la consuetudine giuridica dell'ordalia.
  • 687

    Viene ricostruita l'unità del regno dei Franchi

    da Pipino II
  • 726

    Inizio lotte iconoclaste

    con il decreto di Leone III Isaurico che impediva il culto delle immagini sacre.
  • 728

    Donazione di Sutri

    Re Liutprando dona delle terre a papa Gregorio II che rappresentano il primo nucleo di uno Stato della Chiesa.
    Il papa venne così riconosciuto come legittimo sovrano di un territorio. La Chiesa dimostrò sempre di più un allontanamento dall'imperatore bizantino.
  • 732

    Gli arabi vengono respinti a Poitiers da Carlo Martello

  • 742

    Morte di Pipino il Breve

    Il regno venne diviso ai figli Carlomanno e Carlo.
  • 751

    Fine del dominio bizantino nell'Italia del Nord

    Re Astolfo conquista la Pentapoli.
  • 771

    Morte di Carlomanno

  • 772

    Scontro religioso con i Sassoni

    La resa avvenne quando Vitichindo, capo dei Sassoni, si fece battezzare. => capitolare di Sassonia, legge che prevedeva la pena di morte per chi continuasse a praticare riti pagani o per chi rifiutava la conversione al cristianesimo (nuovi sedi episcopali).
  • 774

    L'Italia passa sotto il dominio franco con la Pavia

    Re Desiderio si arrende al re dei Franchi. Viene istituito il regno italico, esteso dalla pianura Padana ai territori delle marche di Spoleto e Ancona.
  • 778

    Sconfitta dei Franchi contro i Baschi a Roncisvalle

    Baschi, popolo di origine celtica che abitava nella regione dei Pirenei.
  • 796

    Esercito franco vince i Bàvari

  • 797

    Irene al trono

    la prima donna che governa da sola.
  • Dec 25, 800

    Proclamazione ad imperatore di Carlo Magno

    Il trono si considerò vacante e il papa Leone III proclama imperatore Carlo Magno, re dei franchi. Con questo gesto si intendeva affermare che il pontefice aveva titolo per eleggere l'imperatore e annunciare la rinascita dell'impero d'Occidente, con il nome di Sacro romano impero.
    Pochi mesi dopo Carlo Magno riunificò il regno dei Franchi e cercò di raddoppiare l'estensione dei domini franchi (scontri durissimi con i Sassoni).
  • 801

    Presa di Barcellona

    da parte dei franchi.
  • 805

    Sconfitta degli Avari

    popolazione mongola dedita alla razzia che stava minacciando i possedimenti franchi.
  • 810

    Creazione della marca in Spagna

  • 812

    Trattato di Aquisgrana

    Patto stipulato tra l'imperatore Michele e Carlo Magno. Carlo aquisisce tutti i titoli di imperatore. Avviene così la cosiddetta translatio imperii
  • 814

    Morte di Carlo Magno ad Aquisgrana

    La scomparsa dell'imperatore comportò un periodo idi decadenza politica. Il potere era destinato ai figli Carlo, Pipino e Ludovico. Carlo doveva ereditare il regno dei Franchi, Ludovico la corona d'Aquitania e Pipino quella d'Italia. Poi Carlo e Pipino morirono e il potere, alla morte del padre, passò tutto a Ludovico.
  • 817

    Ordinatio Imperii

    Ludovico con questo atto fu nominato Pio, poiché annunciava la natura sacra del potere imperiale. Poco prima di emanare l'ordinamento, Ludovico sconfisse, imprigionò e accecò il nipote Bernardo perché minaccia del suo regno.
  • 824

    Constitutio romana

    con tale atto a Roma non poteva salire al soglio pontificio chi non avesse giurato fedeltà all'imperatore.=>rottura equilibrio tra Chiesa e impero
  • 838

    Morte di Pipino d'Aquitania

  • 840

    Morte di Ludovico il Pio

  • 841

    Carlo il Calvo e Ludovico il Germanico sconfiggono in Provenza il fratello Lotario

  • 842

    Viene riconosciuta la legittimità del culto delle immagini

    da Michele III
  • 843

    Trattato di Verdun ( e giuramento di Strasburgo)

    l'accordo sanciva la nascita dei tre regni autonomi guidati dai figli di Ludovico il Pio: Autrasia guidata da Lotario, Alsazia da Carlo il Calvo, Baviera da Ludovico.
  • 843

    Formazione regno di Scozia

  • 855

    Morte di Lotario

    Morì lasciando i figli Ludovico II, Lotario II e Carlo. La corona passo a Ludovico II che ereditò anche il titolo imperiale. Lotario II ereditò la zona settentrionale dei domini paterni, la Lotaringia, mentre Carlo la Provenza. Alla morte di questi, i domini sulla Provenza e Lotaringia passarono agli zii Carlo il Calvo e Ludovico il Germanico.
  • 875

    Il regno d'Italia passa nelle mani di Carlo il Calvo

    ereditando il regno da Ludovico II. Carlo scende a Roma per ricevere la corona imperiale. Susseguirono numerose rivolte locali per l'accrescimento del potere aristocratico.
  • 877

    Capitolare di Quierzy

    Con esso Carlo il Calvo sanciva l'ereditarietà del beneficio, ovvero il patrimonio terriero affidato al vassallo/conte, e anche la funzione amministrativa che esso si legava. (potere temporale e facoltativo) Il provvedimento era stato emanato per garantirsi l'appoggio militare dei feudatari timorosi di perdere i loro benefici, invece accentuò la tendenza di conti e marchesi di governare in autonomia. => disfacimento rapido dell'impero carolingio.
  • 900

    Formazione Stato monarchico di Rus'

    con capitale Kiev (lo stato diventerà principato di Kiev)
  • 911

    Rollone, vichingo, diviene duca della Normandia

  • 927

    Formazione regno d'Inghilterra

  • 936

    Otone, duca di Sassonia, viene incoronato re di Germania

    Le grandi dinastie feudali diedero origine a cinque ducati: Sassonia a nord, Franconia al centro, Svevia e Baviera a sud, Lotaringia a est.
    Otone fu incoronato re perché suggeriva la continuità con l'impero carolingio.
  • 937

    Otone incorpora nel suo regno gli altri ducati

    Borgogna, Franconia, Latoringia e Baviera vengono quindi annessi al regno di Germania. Successivamente ottenne il giuramento di fedeltà dai duchi di Capua e Benevento e strinse il patto di non aggressione con l'impero bizantino.
  • 951

    Otone si incorona anche re d'italia

    Otone, con la disposizione legislativa nota come Privilegium Othonis, limita alla sola città di Roma l'esercizio del potere temporale del papa ma soprattutto sanciva che nessun pontefice potesse essere eletto senza prima aver giurato fedeltà all'imperatore, il quale aveva diritti di sorveglianza sui territori della Chiesa.
    Papa Giovanni XII chiese alleanza ai re italiani contro Otone ma fu smascherato e incolpato di tradimento. Venne costretto alla fuga e venne sostituito da un nuovo pontefice.
  • 955

    Vittoria nella battaglia di Lechfeld sugli Ungari

    da parte di Otone che, da quell'evento, venne soprannominato il Grande.
  • 960

    Formazione regno di Polonia

  • 962

    Unzione di Otone dal papa

    che lo proclamò "imperatore del Sacro romano impero delle nazioni germaniche". Successivamente vennero annessi i territori dello Stato della Chiesa all'impero germanico. Gli incarichi religiosi sul territorio vennero strumentalizzati per il potere politico: i vescovi e degli abati svolgevano le funzioni dei conti (da qui def. vescovi-conti) e quindi avevano poteri temporali e incarichi civili. Poiché non avevano discendenti, l'investitura non era ereditaria.=>simonia e lotta per le investiture
  • 973

    Morte di Otone

  • 987

    Incoronazione a re di Ugo Capeto, conte di Parigi

    che fece consacrare anche il figlio per l'ereditarietà del potere, avviando così la dinastia dei Capetingi (essi governano in Francia)
  • 1000

    Formazione regni di Svezia, Norvegia, Danimarca e della contea di Barcellona nella penisola iberica con regni di Navarra, Castiglia, Léon

  • 1002

    Morte di Otone III

    e di Silvestro nel 1003. Il progetto di un rinnovamento dell'impero naufragò perché successivamente Italia e Germania entrarono in conflitto.
  • 1014

    Enrico II viene proclamato imperatore a Roma

    Enrico II era tedesco e sconfisse il secondo re d'Italia, Arduino.
  • 1024

    Morte di Enrico II e estinzione della dinastia di Sassonia

    Il trono del Sacro romano impero passò al casato di Franconia nella persona di Corrado II il Salico.
  • Period:
    -29 BCE
    to
    -19 BCE

    Guerre vittoriose in Spagna

  • Period:
    -27 BCE
    to
    14

    Impero di Ottaviano Augusto

    POLITICA INTERNA: conciliazione sociale (politica dei larghi consensi), impero apparentemente repubblicano (ritorno al mos maiorum), pax augusta -> propaganda
    ORGANIZZAZIONE IMPERO: province e prefetture (p. d'Egitto, p. del pretorio, p. dell'annona, p. delle flotte, p. dei vigili), 11 regioni amministrative in Italia, riforma fiscale
  • Period:
    -13 BCE
    to
    -9 BCE

    Costruzione Ara Pacis

  • Period:
    -9 BCE
    to
    -6 BCE

    Sottomissione dei popoli bellicosi in Germania

  • Period:
    14
    to
    68

    Dinastia dei Giulio-Claudi

    (Tiberio, Caligola, Claudio, Nerone)
    Periodo caratterizzato dalla finzione del mantenimento della repubblica e dalla repressione degli oppositori di chi era al governo.
  • Period:
    14
    to
    37

    Impero di Tiberio

    Tiberio dimostrò doti adeguate per l'amministrazione delle finanze pubbliche e della burocrazia imperiale, oltre ad aver dato prova delle sue capacità militari e diplomatiche in guerra (annetté la Cilicia e la Cappadocia).
    I rapporti con il senato si deteriorarono con l'influenza negativa di Elio Seiano, prefetto del pretorio.
  • Period:
    37
    to
    41

    Impero di Caligola

    Gaio, questo era il suo vero nome, era stato soprannominato Caligola per i sandali che portava. Trovò opposizione dalla nobiltà senatoria per i suoi modi autoritari. Per la crudeltà dei suoi gesti fu definito folle. Assunse un atteggiamento filo-orientale.
  • Period:
    41
    to
    54

    Impero di Claudio

    Claudio seppe tamponare l'emorragia delle finanze statali. Monumentalizzò le porte cittadine di Verona. Apertura del senato alla nobiltà di origine gallica, che ottenne la cittadinanza romana. Ai cavalieri vengono dati onorevoli compiti di amministrazione pubblica.
  • Period:
    43
    to
    51

    Conquista della Britannia

    Vengono rafforzati e ampliati i confini dell'impero.
  • Period:
    54
    to
    68

    Impero di Nerone

    Guidato dalla madre Agrippina, dal prefetto del pretorio Afranio Burro e dal precettore Seneca, Nerone dimostrò rispetto per il senato e moderazione, purtroppo solo per cinque anni: dopo divenne un folle che aveva il progetto di accentramento assolutistico del potere. Perseguì l'idea del regno ellenistico, uccise i familiari e perseguitò i suoi nemici dell'ordine senatorio.
    Cerco l'appoggio dei ceti bassi che favorì con vantaggi fiscali, portando così lo stato alla svalutazione della moneta.
  • Period:
    69
    to
    79

    Impero di Vespasiano

    Vespasiano salì al potere dopo il conseguimento della vittoria militare sulla rivolta antiromana in Giudea.
    Ebbe un buon controllo sulle finanze e seppe ripianare il pesante deficit dello Stato. Ebbe per questo motivo dissenso dalla plebe urbana ma non se ne curò: aveva un'atteggiamento lontano dal populismo e dai gusti orientalizzanti, tanto da espellere intellettuali greci e asiatici che erano ritenuti un pericolo per le loro idee.
    Sedò la rivolta degli ebrei e rese più sicuri i confini.
  • Period:
    69
    to
    96

    Dinastia Flavia

    Il ruolo viene legittimato dalle vittorie militari e dalla forza del diritto.
  • Period:
    79
    to
    81

    Impero di Tito

    La gloria della vittoria giudaica e di altre imprese militare resero Tito il naturale successore del padre.
    Dimostrò un atteggiamento di conciliazione e clemenza ma soprattutto di attenzione ai bisogni dei cittadini.
  • Period:
    81
    to
    96

    Impero di Domiziano

    Il principato di Domiziano di distinse soprattutto per il rafforzamento delle frontiere (limes), lungo il Reno e il Danubio, e l'accentramento assolutistico del potere nelle mani dell'imperatore. Il senato venne esentato dai suoi doveri consultivi poiché l'imperatore si fidava ormai soltanto di un gruppo ristretto di amici (consilium princips).
    Domiziano perseguitò filosofi greci, cristiani ed ebrei.
  • Period:
    96
    to
    98

    Principato di Nerva

  • Period:
    96
    to
    192

    Età degli Antonini

    (Traiano, Adriano, Antonino Pio, Marco Aurelio, Commodo)
    Periodo caratterizzato dall'adozione del "migliore", da stabilità politica e una florida economia e espansione territoriale.
    L'atteggiamento degli Antonini si rivelò equilibrato: grande collaborazione col senato e attenzione verso i ceti bassi.
  • Period:
    98
    to
    117

    Impero di Traiano

    Traiano instaurò una politica di conciliazione sociale, mostrandosi collaborativo con il senato e promuovendo gli alimenta per le classi meno abbienti. Fece realizzare grandi opere pubbliche.
    Traiano è noto soprattutto per le sue vittorie militari che diedero all'impero la sua massima espansione (viene paragonato ad Alessandro Magno).
    Il suo impero divenne una realtà ecumenica, unificata dalla lingua e dal diritto di Roma ma da esperienze culturali diverse.
  • Period:
    101
    to
    102

    Prima guerra contro i Daci

  • Period:
    105
    to
    106

    Seconda guerra contro i Daci e riduzione della Dacia in provincia

    Sconfitta definitiva del re Decebalo. Cospicue furono le conseguenze economiche a questa guerra.
  • Period:
    113
    to
    117

    Campagne vittoriose in Oriente

    che portarono la conquista dell'Armenia, Mesopotamia e Assiria
  • Period:
    117
    to
    138

    Impero di Adriano

    Il principe ritenne che il suo compito fosse quello di garantire pace, protezione e coesione nell'impero lasciato da predecessore.
    Adriano diede particolare attenzione al mondo provinciale e dimostrò grande amore per l'Oriente, oltre alla cultura e alla tradizione greca. Promosse varie opere pubbliche.
  • Period:
    122
    to
    125

    Costruzione del vallo di Adriano

    Fortificazione in pietra a difesa dei confini in Britannia.
  • Period:
    138
    to
    161

    Impero di Antonino Pio

    A differenza dei suoi predecessori, Antonino restò sempre a Roma. Egli fu un oculato amministratore delle finanze e mostrò grande rispetto del senato, tanto da ricevere la nomino di pio e padre della patria.
  • Period:
    142
    to
    144

    Costruzione del vallo di Antonino

    Ulteriore protezione per i confini dove persistevano le incursioni barbariche.
  • Period:
    161
    to
    180

    Impero di Marco Aurelio

    Aurelio dimostrò un grande impegno militare e un grande interesse per la filosofia stoica. Fronteggiò le incursioni barbariche e, a causa di una pestilenza, iniziò la crisi dell'impero.
  • Period:
    161
    to
    165

    Battaglie contro i Parti

  • Period:
    180
    to
    192

    Impero di Commodo

    Con Commodo ci fu una rottura clamorosa con il passato.
    L'imperatore cercò di divinizzare la propria persona e organizzò vari spettacoli e giochi circensi per il popolo.
    Distribuì denaro e cibo alla plebe per le carestie e pestilenze.
  • Period:
    193
    to
    235

    Dinastia dei Severi

    I Severi furono caratterizzati da un forte autoritarismo, ruolo centrale nell'esercito e nelle province.
  • Period:
    193
    to
    211

    Impero di Settimio Severo

    Militarizzazione dell'impero con contingenti barbari (conseguente emorragia delle casse statali => forte pressione fiscale e svalutazione della moneta).
  • Period:
    211
    to
    217

    Impero di Caracalla

    Caracalla fu considerato un vero tiranno. Ridusse l'impero ad una realtà ecumenica tramite il suo editto.
  • Period:
    217
    to
    218

    Principato di Marco Opellio Macrino

  • Period:
    218
    to
    222

    Principato di Elagabalo

    Accolse il rimescolamento religioso.
  • Period:
    222
    to
    235

    Impero di Alessandro Severo

    Alessandro voleva restituire all'esercito la disciplina e all'aristocrazia senatoria il suo prestigio.
  • Period:
    235
    to
    284

    Anarchia militare

    Quest'epoca fu molto confusa (crisi del III secolo). Susseguirono un trentina di principi per l'instabilità politica e il grande potere detenuto dai militari. I confini dell'impero furono invasi dalle popolazioni barbariche e ci fu una notevole difficoltà economica per la popolazione (grande carico fiscale e spese militari che portarono alla svalutazione della moneta e al rincaro dei prezzi). Non minori furono le lacerazioni e le inquietudini dal punto di vita religioso. Carestie/epidemie.
  • Period:
    235
    to
    238

    Principato di Massimino il Trace

  • Period:
    249
    to
    251

    Principato di Decio

  • Period:
    284
    to
    286

    Principato di Diocleziano

    da unico imperatore.
    RIFORME DI DIOCLEZIANO:
    L'impero venne diviso in dodici diocesi, nella quale venivano raggruppate circa cento province. A capo di ciascuna diocesi c'erano due diversi magistrati che si dividevano il potere civile e militare.
    L'esercito fu impiegato nella difesa dei confini (limitanei) e specializzato nei spostamenti (comitanensi). Susseguì un reclutamento massiccio.
    Venne creato il catasto delle proprietà terriere e imposte sul terreno agricolo (realizzato il censimento).
  • Period:
    286
    to
    305

    Impero di Diocleziano (in Oriente) e Massimiano (in Occidente)

    La sede di Diocleziano era Nicomedia, mentre quella di Massimiano Milano. Le due città divennero le nuovi capitali dell'impero.
  • Period:
    293
    to
    305

    Tetrarchia

    Diocleziano e Massimiano (augusti) - Costanzo Cloro e Galerio (cesari)
    Sede di Costanzo Cloro era Treviri, mentre quella di Galerio Sirmio.
    Diocleziano espresse il suo autoritarismo e sostituì il termine di princeps a dominus, ovvero padrone (appellativo accompagnato spesso da deus, ovvero divino). I cittadini divennero sudditi e ufficialmente il potere del senato venne assunto dal consilium princips.
    In quest'epoca si verificarono violente persecuzioni contro i cristiani.
  • Period:
    300
    to
    400

    Diffusione del monachesimo in Occidente

  • Period:
    305
    to
    311

    Guerra civile

    Seguì la fine della tetrarchia.
  • Period:
    308
    to
    311

    Licinio è Agusto d'Occidente

    Mentre Galerio d'Oriente
  • Period:
    312
    to
    337

    Impero di Costantino

    Costantino accentuò la figura autocratica dell'imperatore: il principe costituiva il vertice piramidale del potere insieme ai suoi più stretti collaboratori. Fu creata una nuova nobiltà che includeva barbari e cristiani.
    In campo militare Costantino abolì i pretoriani e li sostituì con i palatini, truppe scelte da lui. Rafforzò la cavalleria e potenziò le macchine da guerra.
    Rese esenti dal fisco gli esponenti della Chiesa. Coniò una nuova moneta che svalutò le altre (=>baratto).
  • Period:
    361
    to
    363

    Principato di Giuliano

    A Giuliano venne dato il soprannome di Apostata, cioè quello che rinnega, perché rinnegò il cristianesimo a favore della religione pagana. L'imperatore infatti tentò di restaurare la cultura e la religione pagana ma non ci riuscì: le comunità cristiane, che avevano acquisito dei privilegi con Costantino, nutrirono una profonda avversione.
    Giuliano morì durante una spedizione militare in Mesopotamia e l'impero di divise nuovamente.
  • Period:
    364
    to
    378

    Impero dei fratelli Valentiano e Valente

    Lungo i confini dell'impero si intensificarono le incursioni barbariche, soprattutto da parte dei Visigoti e Ostrogoti. Gli imperatori dovettero respingere con grande fatica gli attacchi.
  • Period:
    375
    to
    383

    Impero di Graziano

  • Period:
    379
    to
    395

    Impero di Teodosio

    Teodosio fu l'ultimo imperatore a governare un impero riunificato.
    Patteggiò ripetutamente con i barbari e concesse ai Visigoti di risiedere nelle province danubiane dell'impero: molti di loro vennero anche reclutati nell'esercito, in continuità con la politica di integrazione attuata da Roma. (i barbari si integrarono tanto da assumere cariche anche importanti, come il generale Stilicone che combatté a fianco di Teodosio).
  • Period:
    395
    to
    476

    Fine impero d'Occidente e formazione dei regni romano-barbarici

    Nella prima fase della costituzione dei regni romano-barbarici, la popolazione germanica mantenne le proprie strutture sociali e consuetudini. La base dell'aggregazione sociale era il clan, costituito da gruppi di famiglie. Tra i clan potevano scatenarsi faide sanguinose, col tempo si affermò il guidrigildo (denaro di risarcimento per le offese subite).
    Nelle pratiche giudiziarie era consueta la pratica dell'ordalia, consistente in prove fisiche molto dure - la sopportazione indicava innocenza.
  • Period:
    400
    to
    638

    Dinastia Merovingia

    I merovingi, dall'antenato leggendario Meroveo, finirono con la morte di Dagoberto.
  • Period:
    425
    to
    455

    Impero di Valentiniano III

  • Period:
    455
    to
    476

    Imperatori fantoccio

    (Ricimero, Oreste, Odoacre)
  • Period:
    474
    to
    518

    Impero di Zenone

  • Period:
    476
    to
    1492

    Medioevo

    Epoca caratterizzata da arretratezze rispetto la civiltà greco-romana: debolezza degli Stati, forte disparità sociale, economia agricola di sussistenza, arretratezza tecnologica, centralità della fede religiosa.
    Chiamata età di mezzo (assenza di caratteristiche).
    Finisce con la caduta dell'impero romano d'Oriente che sopravvisse a lungo per ragioni geografiche, economiche, amministrative e politico-religiose della capitale.
    Qualcuno prolunga la fine del medioevo con quella del feudalesimo(1800).
  • Period:
    476
    to
    1000

    Alto Medioevo

  • Period:
    476
    to
    600

    Regni romano-barbarici

    -Vandali, nell'Africa del Nord
    -Franchi, nella Gallia centrale e settentrionale
    -Visigoti, nella Gallia meridionale e Spagna
    -Svevi, nel nord della penisola iberica
    -Burgundi, nella valle del Rodano
    -Ostrogoti, nella religione illirica e in Dalmazia, e in seguito in Italia
    -Angli e Sassoni in Britannia
    I re di origine germanica si avvalsero dell'apporto di cultura e conoscenze tecniche dei romani sottomessi. L'esercito era formato nella sua maggioranza dalla popolazione barbarica.
  • Period:
    481
    to
    511

    Regno di Clodoveo, re dei franchi

    Egli cercò di dare coesione alle tribù franche e avviò una politica espansionistica che lo portò a scontrarsi soprattutto con i Visigoti.
    Scelse come capitale del suo nuovo regno Parigi e scelse come strategia di conquista la diplomazia: alleanza con Burgundi e Ostrogoti, buoni rapporti con l'imperatore di Bisanzio e alleanza con la Chiesa (conversione al cristianesimo).
    La conquista dei Franchi coprì il territorio dell'attuale Francia, Belgio e Svizzera.
  • Period:
    491
    to
    518

    Anastasio stringe alleanza con Clodoveo, re dei Franchi

    Anastasio, successore di Zenone (l'imperatore con Odoacre), espanse il suo potere nella regione alpina e illirica.
  • Period:
    491
    to
    518

    Impero di Anastasio

    Resse l'impero risanando le finanze e sostenendo le imprese militari in Bulgaria e Persia.
  • Period:
    493
    to
    526

    Governo di Teodorico

    Cercò di rivitalizzare le vecchie istituzioni come il senato e consonato. Tra i suoi maggiori collaboratori il senatore Cassiodoro e il filosofo Severo Boenzio.
    Gratificò la popolazione germanica con l'esenzione totale dal pagamento delle tasse. Latini e Goti riuscirono a vivere tra loro pacificamente.
    Abbellì Roma e Ravenna con opere pubbliche di valore monumentale.
  • Period:
    500
    to
    800

    Formazione dello Stato della Chiesa

  • Period:
    518
    to
    527

    Impero di Giustino

    Riafferma l'ortodossia cattolica, combattendo contro ogni eresia. Idea di riconquista territoriale in occidente.
  • Period:
    523
    to
    527

    Costruzione della basilica di Santa Sofia

  • Period:
    526
    to
    534

    Governo di Atalarico

  • Period:
    527
    to
    565

    Impero di Giustiniano

    Il progetto di Giustiniano era quello di restaurare l'impero universale di Roma. Si avvalse del più famoso giurista di quell'età, Triboniano, e i generali Narsete e Belisano. Di notevole importanza ci fu la figura della moglie Teodora.
    Giustiniano si impegnò contro il paganesimo e contro le eresie, soprattutto quella monofisita. Cerco di riorganizzare la burocrazia imperiale.
  • Period:
    535
    to
    553

    Corpus Iurus Civilis

    Mette in ordine nella legislazione e nella giurisprudenza. Afferma due importanti concetti:
    -concetto politico, continuità dell'impero bizantino con la tradizione romana
    -concetto giuridico, l'autorità imperiale è l'unica fonte del diritto
  • Period:
    535
    to
    553

    Guerra greco-gotica

    riconquista di larga parte dell'Italia con i generali Belisario e Narsete.
  • Period:
    543
    to
    558

    Peste

  • Period:
    568
    to
    774

    Dominio dei Longobardi in Italia

    I Longobardi, cioè uomini dalle lunghe barbe, erano un popolo di stirpe germanica originario dalla Scandinavia. Erano organizzati in fare, clan familiari uniti da un senso di appartenenza, mentre il territorio in ducati, a capo il duca nominato dal re. Conquistarono la penisola guidati dal loro re Alboino.
  • Period:
    568
    to
    569

    Re Alboino guida i Longobardi in Italia

  • Period:
    572
    to
    574

    Regno di Clefi

  • Period:
    580
    to
    640

    Pipino di Landen

    maestro di palazzo di Austrasia
  • Period:
    584
    to
    590

    Regno di Autari

    figlio di Clefi a cui vennero assegnati dai duchi i territori longobardi (demanio reale). L'amministrazione delle terre venne affidata ai gastaldi, che cercarono di limitare il potere dei duchi.
    Autari cercò di normalizzare i rapporti con i romani, imponendo il pagamento di un regolare tributo. Curò il controllo dei confini e strinse alleanze con i Bavari per contrastare i Bizantini.
    Sotto il regno di Autari cominciò la conversione dei Longobardi dall'arianesimo al cattolicesimo.
  • Period:
    591
    to
    616

    Regno d Agilulfo

    L'obbiettivo di Agilulfo era di sottomettere l'Italia e arrivare alle porte di Roma, venendo a patti con il papa (conversione accelerata al cattolicesimo).
  • Period:
    610
    to
    641

    Impero di Eraclio

    Il greco diventa la lingua ufficiale. Iniziano le lotte contro gli arabi.
    Riorganizzazione dell'impero in temi, unità territoriali co capo uno stratega che aveva poteri civili e militari.
  • Period:
    610
    to
    632

    Nascita dell'Islam

    610 rivelazione a Maometto
    622 ègira, fuga dalla Mecca
    629 riconquista della Mecca
    632 morte di Maometto
  • Period:
    616
    to
    627

    Regno di Teodolinda, reggente di Adoaldo

  • Period:
    632
    to
    661

    Califfato elettivo, "ben guidato"

    I successori di Maometto vennero scelti per elezione dei compagni più fedeli.
  • Period:
    632
    to
    634

    Califfato Abù Bakr

    Suocero di Maometto, riunisce la comunità islamica. Affrontò e sconfisse le comunità che avevano lasciato l'islam, ribadendo così la forza delle comunità arabe
  • Period:
    634
    to
    644

    Califfato 'Omar

    Conduce campagne di conquista e organizza l'impero. Diffonde, con le sue campagne militari, la religione islamica
  • Period:
    638
    to
    700

    Re Fannulloni (maggiordomi franchi)

    I sovrani lasciarono la gestione delle province franche ai maestri di palazzo, detti maggiordomi. Le regioni con spiccate tendenze d'autonomia erano l'Austrasia, con capitale Reims, la Neustria, con capitale Parigi, e la Borgogna, con capitale Orlèans.
  • Period:
    643
    to
    652

    Regno di Rotari

  • Period:
    644
    to
    656

    Califfato 'Othmàn

    Prosegue l'espansione e realizza la trascrizione del Corano.
  • Period:
    656
    to
    661

    Califfato 'Alì

    Genero e cugino di Maometto, affronta le spaccature interne (seguaci islamici suddivisi in sciiti, seguaci di Alì, e sunniti, seguaci della sunna)
  • Period:
    661
    to
    1258

    Califfato dinastico

  • Period:
    661
    to
    750

    Dinastia degli Omayyadi

    Trasferirono la loro capitale da la Mecca a Damasco, in Siria. Fu raggiunta la massima espansione territoriale: i confini del mondo islamico furono estesi in oriente fino all'Indo, a ovest alcuni territori bizantini, la Libia, la Tunisia, il Marocco, a ovest ancora fino in Spagna da Gibilterra.
    L'impero fu riorganizzato: califfo(potere religioso e politico) visir(consigliere) emiri(governatori locali) cadi(autorità giudiziaria) diwan(responsabile patrimonio). arabo=lingua ufficiale dinar=moneta
  • Period:
    678
    to
    714

    Pipino II di Hèristal

    conquistò i territori dei Frisi e dei Sassoni, sconfisse i maestri di palazzo di Neustria e di Borgogna, promosse il cristianesimo come Clodoveo.
  • Period:
    712
    to
    744

    Regno d Liutprando

    Il re cercò di esercitare maggiormente il suo dominio sui ducati più lontani dalla capitale Pavia. Si proclamò re cattolico ma nel 728 occupò Sutri, territorio occupato dal papa.
  • Period:
    716
    to
    741

    Carlo Martello

    diminutivo di Marte, dio della guerra.
  • Period:
    717
    to
    740

    Impero di Leone III Isaurico

  • Period:
    717
    to
    718

    Sconfitta degli Arabi

    sconfitta avvenuta grazie al fuoco greco, calce viva miscelata a sostanze incendiarie.
  • Period:
    741
    to
    751

    Pipino il Breve

    Pipino ottenne l'unzione regale da Bonifacio, dopo essersi assicurato l'alleanza co il papa, e poi una seconda volta da Stefano II. Pipino mosse guerra contro i Longobardi e strappò al re Astolfo il controllo di Ravenna. Diede inizio alla dinastia Carolingia, dei sovrani Pipinidi.
  • Period:
    744
    to
    749

    Regno di Ratchis

    Il re abdicò per il fratello Astolfo.
  • Period:
    749
    to
    756

    Regno di Astolfo

    Astolfo si impadronì di Ravenna e della Pentapoli, ponendo fine al dominio bizantino nell'Italia del nord.
  • Period:
    750
    to
    1258

    Dinastia degli Abbasidi

    La precedente dinastia fallì per la pressione fiscale e per il mancato incoraggiamento alla conversione religiosa.
    La dinastia degli Abbasidi trasferì la capitale a Baghdad, in Iraq. L'islam divenne una civiltà urbana, le città erano grandi e ricche con moschee, palazzi, medine, biblioteche. L'area persiana assunse grande importanza nell'impero, era culturalmente avanzato. Le province erano collegate tramite efficienti reti stradali. Importante era l'importazione della carta con la Cina.
  • Period:
    752
    to
    888

    Dinastia Carolingia

  • Period:
    756
    to
    774

    Regno di Desiderio

    Desiderio fu l'ultimo re dei longobardi.
  • Period:
    768
    to
    780

    Impero di Leone IV

  • Period:
    788
    to
    985

    Emirato degli Idrisidi in Marocco

  • Period:
    800
    to
    910

    Emirato degli Aghlabiti in Tunisia

    con capitale Kairouan
  • Period:
    802
    to
    811

    Niceforo sale al potere e si contende l'impero con Carlo Magno

  • Period:
    827
    to
    878

    Conquista araba della Sicilia

    Le fonti cristiane testimoniano di stragi, razzie e sfruttamento del territorio ma molti storici riferiscono che l'isole godette di un periodo di stabilità politica e di un diffuso benessere. Palermo era riconosciuta come capitale con una popolazione di 250 abitanti (Roma e Milano non ne contavano più di 30'000). Il territorio venne diviso in tre distretti e le città avevano una relativa indipendenza e prosperavano con il commercio dei prodotti primari. (frazionamento latifondo e nuove colture)
  • Period:
    867
    to
    886

    Impero di Basilio

    L'imperatore riprese agli arabi la Puglia e la Calabria.
  • Period:
    881
    to
    887

    Impero di Carlo il Grosso

    figlio di Ludovico il Germanico, ristabilì il potere per un breve periodo. Quando arrivarono i Normanni, non fu in grado di respingere le incursioni e quindi fu deposto dai vassalli orientali e poi rinominato imperatore dai vassalli occidentali.
    Carlo il Grosso muore nel 888 e lascia vacante il trono del Sacro romano impero. Si aprì un periodo storico convulso, caratterizzato dall'assenza di figure imperiali o di grande spessore. Per i feudatari i sovrani divennero i principi territoriali.
  • Period:
    929
    to
    1031

    Califfato di Cordova

    fondato dal principe di discendenza omayade. Cordova fu la città più popolosa d'Europa e un centro di straordinaria cultura.
  • Period:
    973
    to
    983

    Impero di Otone II

    L'imperatore proseguì con scarsi risultati le campagne d'Italia allo scopo di conquistare i territori bizantini e arabi nel Meridione. Alla morte il potere passò al figlio Otone III che però allora aveva solo tre anni. La reggenza fu affidata alla madre, l'imperatrice Teofano, di origine bizantina.
  • Period:
    996
    to
    999

    Impero di Otone III

    Quando assunse pieni poteri, riuscì a far eleggere al soglio pontificio il precettore Gerberto d'Aurilac, che poi assunse il nome di Silvestro II. L'obiettivo dell'imperatore era di assumere l'immagine di un nuovo Costantino o di un nuovo Carlo Magno ma il progetto fallì. Coltivò piuttosto un programma della riscoperta dell'antico e d riforma spirituale che finì per scontentare tutti (la Germania venne danneggiata per questa politica, la capitale venne trasferita nuovamente a Roma).
  • Period:
    1024
    to
    1039

    Sacro romano impero in mano del casato di Franconia