Alex Del Piero Story

Timeline created by paber
  • L'esordio in maglia bianconera

    L'esordio in maglia bianconera
    La Juve di Boniperti compra Del Piero dal Padova per cinque miliardi di lire. In panchina c’è Giovanni Trapattoni, che l’ha fortemente voluto. Debutta in maglia bianconera al 74’ di Foggia-Juventus al posto di Fabrizio Ravanelli. E’ il primo passo di una carriera straordinaria.
  • Il primo gol

    Il primo gol
    Ad appena sette giorni dall’esordio Del Piero mette a segno il suo primo gol. Un minuto dopo essere entrato in campo, raccoglie l’assist di Angelo Di Livio e supera il portiere della Reggiana Sardini, contribuendo al 4-0 finale.
  • Il gol più bello

    Il gol più bello
    Nel match contro la Fiorentina Del Piero realizza la rete più bella della sua carriera, almeno secondo la maggioranza dei tifosi. A 2 minuti dal 90’, sul punteggio di 2-2, Pinturicchio si inventa un geniale colpo al volo di esterno destro che fulmina Toldo e delizia il pubblico del Delle Alpi.
  • Esordio in nazionale

    Esordio in nazionale
    Convocato dal ct Arrigo Sacchi, Del Piero esordisce in nazionale a 20 anni nel match contro l’Estonia. Vestirà la maglia azzurra 91 volte, realizzando 27 reti, diventando il quarto marcatore di sempre dopo Riva, Meazza, Piola e a pari merito con Roberto Baggio.
  • Nasce il gol “alla Del Piero”

    Nasce il gol “alla Del Piero”
    Nel match Borussia Dortmund-Juventus Del Piero realizza la sua prima rete in Champions League. E’ un gol di rara bellezza, che incanta pubblico e critica, e presto diventerà la sua specialità: il gol “alla Del Piero”. Si tratta di un tiro forte e preciso, con effetto a rientrare sul secondo palo dal vertice sinistro dell’area di rigore.
  • Vittoria della Champions League

    Vittoria della Champions League
    A soli 21 anni Del Piero è campione d’Europa con la Juve guidata da Marcello Lippi dopo la vittoria ai rigori contro l’Ajax a Roma. Un trionfo a cui ha contribuito con bene 6 reti nella massima competizione continentale.
  • Vittoria della Coppa Intercontinentale

    Vittoria della Coppa Intercontinentale
    Il 26 novembre 1996 la Juventus è sul tetto del mondo grazie al gol decisivo di Del Piero contro gli argentini del River Plate
  • Gol di tacco in finale di Champions

    Gol di tacco in finale di Champions
    E’ una serata amara per la Juventus, che perde 3-1 contro il Borussia Dortmund. La notte della finale è però illuminata da Del Piero che, raccogliendo l’assist di Alen Boksic, segna uno splendido gol di tacco al volo.
  • Superato Platini

    Superato Platini
    Con una tripletta al Monaco in semifinale di Champions League, Del Piero super “le roi” Michel Platini, fermo a quota 17, nella classifica dei migliori marcatori bianconeri in questa competizione.
  • Rete scudetto contro l’Inter

    Rete scudetto contro l’Inter
    Dopo un appassionante duello durato tutta la stagione, l’Inter di Ronaldo e la Juventus di Del Piero si affrontano al Delle Alpi di Torino in un match che si rivelerà decisivo per il campionato. Nella partita che passerà alla storia per il celebre contatto in area tra Iuliano e Ronaldo, Pinturicchio segna il gol della vittoria juventina, regalando il venticinquesimo scudetto alla Vecchia Signora.
  • L'infortunio

    L'infortunio
    Nei minuti di recupero di Udinese-Juventus, Del Piero si infortuna gravemente al ginocchio sinistro, riportando la lesione al legamento crociato anteriore e posteriore. E’ un momento chiave della sua carriera: l’incidente lo costringe ad uno stop di nove mesi, ma è molto più lungo il suo periodo di appannamento, tanto da portare l’avvocato Agnelli a ribattezzarlo “Godot”.
  • Il gol per il papà

    Il gol per il papà
    Si gioca Bari-Juventus, la Juve è in corsa per lo scudetto, ma la partita non si sblocca. Ancelotti decide di inserire Del Piero, che ha perso da pochi giorni il padre, al posto di Kovacevic. Una scelta azzeccata. Pinturicchio prende palla a 40 metri dalla porta, si lancia sulla sinistra, entra in area, supera con una finta Neqrouz e supera Gilet con un elegante pallonetto
  • La fascia di capitano

    La fascia di capitano
    Il ritorno sulla panchina bianconera di Marcello Lippi coincide con la promozione a capitano della squadra di Del Piero al posto di Antonio Conte. E’ il preludio di una stagione straordinaria per lui - 16 reti e migliore coppia gol d’Europa insieme a Trezeguet – e per la Juve, che culminerà nella vittoria del campionato sorpassando il 5 maggio, all’ultima giornata, i rivali dell’Inter.
  • La rimonta contro l'Inter

    La rimonta contro l'Inter
    La Juve vince a sorpresa uno scudetto che era già nelle mani dell’Inter. I nerazzurri perdono 4-2 a Roma contro una Lazio che non ha più niente da chiedere al campionato. Il fenomeno Ronaldo esce dal campo in lacrime. La squadra di Lippi vince invece 2-0 a Udine, laureandosi campione d’Italia. Del Piero è protagonista con un gol e un assist, nello stesso stadio dove aveva subito il più grave infortunio della carriera.
  • Il gol al volo di tacco nel derby

    Il gol al volo di tacco nel derby
    Del Piero apre le marcature del derby di Torino con un magnifico colpo di tacco al volo. Seguiranno a ruota le reti di Marco Di Vaio, Pavel Nedved ed Edgar Davids per un rotondo 4-0 ai danni del Toro.
  • Il gol per l’Avvocato

    Il gol per l’Avvocato
    A pochi giorni dalla morte di Gianni Agnelli, Del Piero va in rete contro il Piacenza con un elegante colpo di tacco al volo. La dedica, d’obbligo, è per l’Avvocato.
  • L’assist-scudetto in rovesciata

    L’assist-scudetto in rovesciata
    Al termine di un combattuto testa a testa durato tutta la stagione tra la Juve di Capello e il Milan di Ancelotti, nella sfida di San Siro è in palio lo scudetto. A decidere il match è il bomber francese David Trezeguet, che insacca di testa su un meraviglioso assist in rovesciata di Del Piero.
  • Il miglior cannoniere della storia juventina

    Il miglior cannoniere della storia juventina
    Con una tripletta alla Fiorentina Del Piero supera il record di reti di Giampiero Boniperti (182) diventando il miglior goleador di sempre della storia juventina.
  • La prima “linguaccia” nel derby d’Italia

    La prima “linguaccia” nel derby d’Italia
    A Milano si gioca Inter-Juventus. I bianconeri espugnano San Siro grazie alla rete all’85’ di Pinturicchio, che esibisce per la prima volta la celebre esultanza della “linguaccia”, un suo marchio di fabbrica negli anni successivi.
  • Il gol alla Germania

    Il gol alla Germania
    Semifinale dei mondiali, c’è Italia-Germania. I tedeschi giocano in casa, a Dortmund, il match finisce 0-0 al 90’. Al 119’ Pirlo inventa un passaggio filtrante per Grosso, che batte Lehmann con un potente tiro ad effetto. Un minuto dopo, con i tedeschi riversati nell’area di rigore italiana alla ricerca del pareggio, gli azzurri chiudono il match. Contropiede fulminante impostato da Cannavaro e Totti, assist di Gilardino e gol sotto l’incrocio dei pali per Del Piero.
  • La vittoria dei mondiali

    La vittoria dei mondiali
    Allo stadio Olimpico di Berlino si gioca la finale tra Italia e Francia. Al termine dei primi 90’ minuti il match è sull’1-1 (reti di Zidane e Materazzi) e dopo i supplementari si va ai calci di rigore. Del Piero tira il quarto penalty, supera Barthez contribuendo così alla conquista della quarta Coppa del Mondo per gli azzurri.
  • L'inferno di calciopoli

    L'inferno di calciopoli
    In seguito ai noti fatti di calciopoli la Juve viene retrocessa in serie B dalla giustizia sportiva. Del Piero sceglie di non abbandonare la Vecchia Signora ed è regolarmente in campo per il primo match del campionato cadetto contro il Rimini.
  • 500 volte Juve

    500 volte Juve
    Durante Juventus-Bari Del Piero raggiunge le 500 presenze con la maglia bianconera. Un traguardo prestigioso raggiunto in passato soltanto da Gaetano Scirea e Beppe Furino. Il capitano celebra il primato con un gol e due assist.
  • Capocannoniere serie B

    Capocannoniere serie B
    La Juventus vince il campionato di serie B con 82 punti davanti a Napoli e Genoa. Del Piero si laurea capocannoniere con 20 reti.
  • Record di presenze

    Record di presenze
    Durante Juventus-Palermo Del Piero gioca la 552esima partita con la maglia della Juventus, raggiungendo il mitico Gaetano Scirea nella speciale graduatoria.
  • Capocannoniere serie A

    Capocannoniere serie A
    Nella stagione in cui la Juve ritorna nella massima serie Del Piero vince nuovamente la classifica dei capocannonieri con 21 gol davanti al suo compagno di reparto Trezeguet, fermo a quota 20.
  • La standing ovation del Bernabeu

    La standing ovation del Bernabeu
    La Juve torna a giocare in Champions League, e per Del Piero si presenta nel girone un’occasione d’eccezione: sfidare il Real Madrid al Santiago Bernabeu, uno dei templi del calcio mondiale. Pinturicchio non spreca l’opportunità, segnando una doppietta che stende i galacticos. Uscirà tra gli applausi di tutto lo stadio, con il pubblico madridista in piedi a tributargli una meritata standing ovation.
  • Record di gol in serie A

    Record di gol in serie A
    La Juve, guidata da Gigi Del Neri, gioca a San Siro contro il Milan, che a fine stagione vincerà il tricolore. Quagliarella sblocca il match con un imperioso stacco di testa, poi arriva il raddoppio di Del Piero. E’ la 179esima rete in serie A di Alex, che supera Boniperti, infrangendo così l’ennesimo record.
  • Il nuovo stadio

    Il nuovo stadio
    E’ il giorno dell’inaugurazione della nuova casa bianconera, lo Juventus Stadium. Alex Del Piero, insieme al “presidentissimo” Giampiero Boniperti, fa gli onori di casa al fianco della storica panchina sulla quale, nel 1897, alcuni studenti liceali fondarono il club bianconero. “La Juve è sempre stata un meraviglioso dipinto - afferma il capitano in quella occasione - e un meraviglioso dipinto ha bisogno di una cornice meravigliosa come questa”.
  • La punizione contro la Lazio

    La punizione contro la Lazio
    Con Antonio Conte in panchina la Juve torna per la prima volta competitiva dopo calciopoli, dando vita ad un infinito testa a testa con il Milan di Allegri. Subentrato a Vucinic al 73', Del Piero sblocca il match con un calcio di punizione che regala la vittoria alla Juve, una rete che si rivelerà decisiva per lo scudetto bianconero.
  • L’addio allo Juventus Stadium

    L’addio allo Juventus Stadium
    E’ il giorno della festa e delle lacrime per il popolo bianconero. La squadra ha già vinto lo scudetto, e la sfida con l’Atalanta sarà ricordata per l’addio di Del Piero. Sostituito al 57’, esce dal terreno di gioco tra gli applausi dei tifosi, increduli all’idea di non vederlo più giocare con la Juve. Richiamato più volte dai cori del pubblico, per circa 15 minuti nessuno presta più attenzione al match. Una scena surreale, unica, a testimonianza dell’indissolubile legame con la sua gente.
  • L’ultima partita in bianconero

    L’ultima partita in bianconero
    Si gioca la finale di Coppa Italia tra la Juventus e il Napoli. Del Piero parte titolare per la sua ultima partita in maglia bianconera. Il match prende però una brutta piega: Cavani e Hamsik stendono la squadra di Conte, che perde l’imbattibilità stagionale. Per Pinturicchio è un addio amaro, ma il capitano non dimentica lo scudetto appena conquistato: “Non abbiamo messo la ciliegina, ma ci siamo presi la torta”.
  • Period: to

    Alex Del Piero Story